ULTIM'ORA

Rosolini. Trovato in possesso di stupefacenti: ai domiciliari un 33enne


News Rosolini: proseguono i controlli dei Carabinieri della Compagnia di Noto nell’ambito dell’operazione denominata “SICUREZZA che, secondo le direttive impartite dal Comando Provinciale di Siracusa, vede impegnati i Carabinieri della Stazione di Rosolini e della Compagnia di Noto in serrati servizi di controllo del territorio in tutto il comprensorio del citato Comune. Un’operazione a grande impatto e visibilità finalizzata ad incrementare la percezione di sicurezza tra la popolazione e garantire una risposta rapida e concreta alle varie esigenze rappresentate dalla cittadinanza.

In particolare, nel corso della notte, i militari della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti L. G., classe 1984, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

I Carabinieri, transitando nel quartiere delle case popolari, hanno notato l’uomo che, alla vista dell’autovettura militare, si abbassava riponendo a terra una borsa gialla e, subito dopo, cambiava strada allontanandosi velocemente. Pertanto i militari, che nell’ambito della quotidiana attività info – investigativa sul territorio avevano acquisito elementi tali da far ritenere che l’uomo potesse detenere illecitamente sostanze stupefacenti, procedevano a bloccarlo per dare corso ad un controllo di polizia nei suoi confronti.

Ed infatti, nel punto dove i militari avevano notato L. G.lasciare la borsa a terra, veniva rinvenuta una busta della spesa in cotone di colore giallo con all’interno due involucri in cellophane contenenti complessivamente gr. 290 di sostanza stupefacente del tipo marijuana.

La perquisizione veniva altresì estesa all’abitazione dell’uomo ove i militari rinvenivano un bilancino elettronico di precisione nonché tutto il materiale occorrente per suddividere in dosi lo stupefacente.

Quanto rinvenuto nel corso della perquisizione è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

Condotto in caserma, L. G. è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: