ULTIM'ORA

Riparte la scuola senza insegnanti, 5 mila cattedre vacanti: tempi incerti per assegnazioni provvisorie e supplenze


scuola_-siracusatimesNews Sicilia: suona la campanella del primo giorno di scuola per gli alunni ma non per gli insegnanti. In Sicilia sono almeno 5mila le cattedre vacanti. Segnalazioni provvisorie ancora da completare, personale ATA insufficiente per coprire il tempo scuola e garantire la sicurezza, gli amministrativi sempre più oberati di lavoro, docenti di sostegno da nominare con personale anche non specializzato e comunque insufficiente per garantire tutte le ore destinate agli alunni diversamente abili, e ultimi ma non ultimi precari penalizzati dalla 107 il cui rischio concreto è di non vedersi rinnovare l’incarico annuale.

Da Palermo, ad oggi, sono state pubblicate solo le graduatorie provvisorie, quindi prima di assegnare i posti, occorrerà esaminare gli eventuali reclami e pubblicare le liste definitive. Le immissioni in ruolo sono state pochissime, 435 su oltre 25mila posti a livello nazionale, e sono state effettuate a tempo di record dall’Ufficio scolastico regionale. Il concorso nell’Isola va a rilento.

“La carenza di posti destinati alle assunzioni in alcune regioni”– ha spiegato il ministro Giannini – è dovuta quest’anno alla mobilità straordinaria che ha permesso a tanti insegnanti che per molti anni hanno lavorato lontano dal loro territorio di fare rientro. Nei prossimi due anni questa operazione straordinaria non ci sarà. Ricordo che il concorso è su base triennale così come le sue graduatorie”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: