ULTIM'ORA

Riordino autorità portuali, in Sicilia ne rimangono solo due. Si teme per il Porto di Augusta


porto augusta siracusa timesNews Augusta: ultimato il provvedimento di riordino delle autorità portuali. La nuova disposizione prevede che il governo si appresta ad emanare prevede in Sicilia due sole autorità di sistema portuale: una per i porti di Palermo e di Trapani con sede a Palermo e l’altra per i porti di Augusta, Catania e Messina con sede da definire. Nello specifico, non si chiameranno più “autorità portuali” bensì “autorità di sistema portuale”. Quelle che rimarranno coincideranno con i porti core ossia i porti previsti dall’Europa nelle reti transeuropee di trasporto (reti TEN-T). Dalle attuali 24 rimarranno solo 14. Così spiega il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano del Rio, durante l’inaugurazione del salone nautico di Genova dello scorso mercoledì 30 settembre.  In un incontro con i deputati del PD svolto il successivo giovedì primo ottobre ha resa pubblica la notizia che il governo ha  ultimato il provvedimento di riordino delle autorità portuali.

Ciò che spaventa nelle parole del ministro è la sede da definire. Questo affermano Massimo Milazzo e Fabio Rodante Consiglieri al Comune di Siracusa, Giusy Valenti Consigliere al Comune di Priolo Gargallo, Ornella Burgaretta Consigliere al Comune di Portopalo di Capo Passero, Turi Iacono Consigliere al Comune di Avola, Maria Dolores Caruso Consigliere al Comune di Sortino. I sei consiglieri comunali di  vari comuni della provincia di Siracusa reagiscono alla notizia data dal Ministro Del Rio, su un possibile spostamento al di fuori del nostro territorio provinciale della sede della istituenda Autorità di sistema portuale che ingloberà i porti di Augusta, Catania e Messina.

Il nostro territorio –  spiegano i consiglieri – quello della provincia di Siracusa inteso come un’unica comunità territoriale, sociale, culturale ed economica, non può accettare che la sede della nuova autorità di sistema portuale gli venga strappata. Infatti,  il porto di Augusta, di gran lunga superiore da solo, per migliaia di tonnellate annue di merci trafficate, ai porti di Catania e di Messina nonché ai porti di Palermo, Termini Imerese e Trapani.

“Il porto core inserito nelle grandi reti di comunicazione dell’Europa è quello di Augusta e non già quello di Catania o quello di Messina”.

“Noi chiediamo – concludono i consiglieri – a tutte le forze politiche, sindacali e imprenditoriali della provincia di Siracusa di rivendicare uniti, senza alcun colore politico e in nome solo della legittima aspettativa del nostro territorio, di coalizzarsi perché sia Augusta la sede della nuova autorità di sistema portuale della Sicilia orientale”.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: