ULTIM'ORA

Rifiuti, vertice in Prefettura: emergenza scongiurata, ritorna il conferimento in discarica


News Siracusa: i problemi di conferimento dei rifiuti alla discarica Grotte San Giorgio in contrada Coda Volpe a Lentini, sono stati questo pomeriggio al centro dell’incontro che si è tenuto in Prefettura (LEGGI QUI). Insieme al prefetto i 21 sindaci della provincia di Siracusa. Al termine dell’incontro è stata redatta una lettera, che è stata inviata  al Presidente della Regione, all’Assessore regionale ai Rifiuti e alla Sicula Trasporti. Per il comune di Siracusa era presente l’assessore Coppa che al termine dell’incontro,  ha precisato: “grazie all’intervento del Prefetto Gradone, è stato scongiurato il pericolo di dare una linea preferenziale al Comune di Catania per lo smaltimento, così come richiesto dal sindaco Enzo Bianco. In ogni caso – ha ancora detto l’assessore Coppa – buona parte dei comuni del siracusano erano riusciti nella giornata di ieri a smaltire quasi il 70% dei rifiuti. Al Prefetto è stato, altresì, chiesto di consentire ai comuni che non hanno potuto conferire i rifiuti ieri di poterlo fare oggi e da domani la priorità ai comuni del siracusano per almeno l’80%.

Tuttavia la paura in città rimane, dato che al momento i cumuli di rifiuti circondano i cassonetti ricolmi in attesa di essere svuotati e puliti.

“La provincia di Siracusa non è più disponibile ad accogliere nel proprio territorio rifiuti solidi urbani provenienti dalle rimanenti otto province dell’Isola. Lentini non può diventare la pattumiera della Sicilia! “. Dichiara l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS.

La soluzione, proposta dall’On. Vinciullo, sarebbe quella di coivnolgere i9 Prefetti dell’Isola che, di concerto con il Ministero dell’Interno, devono studiare una strategia di smaltimento dei rifiuti che faccia rimanere nelle rispettive province i rifiuti prodotti. In pratica, ha proseguito l’On. Vinciullo, ciò che viene prodotto a Catania deve rimanere a Catania, ciò che viene prodotto a Trapani deve rimanere a Trapani, a meno che non si individuino delle società che, al di fuori dell’Isola, siano disposte ad accogliere i nostri rifiuti.

Le soluzioni sono da ricercare nelle istituzioni ma soprattutto nei cittadini. “In provincia di Siracusa, oltre a quella di Lentini -ancora Vinciullo – vi sono altre 2 discariche che attendono di avere le autorizzazioni di legge per aprire. Non si perda ulteriore tempo, si diano a queste discariche i permessi, anche temporanei, per affrontare l’emergenza, in attesa dei permessi definitivi.Stessa cosa si faccia in tutte le altre province, ma è chiaro che i Sindaci, da soli, non sono nelle condizioni di affrontare questa situazione drammatica.

“L’emergenza è così grave che non si può nemmeno escludere l’intervento dell’Esercito, ma è chiaro che non si può continuare ad affrontare questo problema con le sole chiacchiere, senza un coordinamento reale e vero a livello regionale, coordinamento che abbia l’autorità e l’autorevolezza per imporre e dare disposizioni a chicchessia. Nello stesso tempo – conclude Vinciullo – deve essere ricercata la collaborazione dei cittadini”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: