ULTIM'ORA

Rete ospedaliera, ecco il nuovo piano: ok per Siracusa e Avola-Noto, salvi Lentini e “Muscatello” di Augusta


News: Una trasformazione radicale e innovativa della rete ospedaliera nella nostra Regione che allinea la Sicilia al decreto Balduzzi e al decreto ministeriale del 2015″. Così l’assessore regionale alla Salute, Baldo Gucciardi, parlando in conferenza stampa a Palermo della nuova rete ospedaliera dell’isola, che ieri ha avuto il via libera dalla commissione Sanità dell’Ars e che il 4 aprile passerà all’esame del ministero della Salute e a quello dell’Economia..

Stando al nuovo piano, sono previsti 18.051 posti, così ripartiti: 13.044 nelle strutture pubbliche (72%) e 5.007 nelle strutture private (28%).

L’ospedale del capoluogo aretuseo, l’Umberto I, è struttura Dea di I livello, come Avola-Noto. Salvo l’ospedale di Lentini che diventa presidio di base mentre è arrivata la deroga ambientale per il Muscatello di Augusta in quanto presidio in zona disagiata ad alto rischio ambientale.

CLICCA QUI per il quadro completo della Rete Ospedaliera in Sicilia.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: