ULTIM'ORA

Real Siracusa: gli Allievi fanno poker contro lo Sportispica


real siracusa siracusa times

News Siracusa: il Real Siracusa vince grazie a un poker di gol contro lo Sportispica e consolida il primato in classifica e risponde così alla vittoria del Real Gela sul Palazzolo, mantenendo 4 punti di vantaggio sui nisseni.

Una manciata di minuti e subito tegola Maieli per il tecnico Gallo, in tribuna per squalifica, che manda in campo Busà. L’attaccante si infortuna alla coscia ed è costretto suo malgrado a lasciare il posto al compagno di reparto, che non lo farà rimpiangere. Al 19’ serve Guerci, il cui tiro-cross termina fuori di poco. Al 34’ porta in vantaggio i suoi, catapultandosi su una palla vagante in area e battendo Renno, fino a quel momento insuperabile. Il portiere ragusano aveva evitato in almeno tre occasioni la capitolazione ai suoi, opponendosi a due belle conclusioni di Iacono e perfino ad un rigore battuto da Bonanno.

Nella ripresa subito due occasioni per il fantasista di casa, che prima calcia fuori di poco, poi colpisce la traversa con una punizione dalla distanza. Il Real fa girare il pallone, palleggia con maestria e fa correre a vuoto gli avversari. Al 26’ per poco gli ospiti non pareggiano. Spadaro conclude in diagonale, Genovese è battuto, ma la sfera si infrange sul palo. Un minuto dopo il Real raddoppia con Busà, che appoggia nella rete sguarnita un morbido cross di Nigro su azione avviata dal neo entrato Montagno. Quest’ultimo in diagonale, qualche istante più tardi, va vicino al bersaglio. Segna ancora Busà, con un tiro di millimetrica precisione dentro l’area di rigore. Nel recupero è Montagno ad arrotondare il punteggio. L’attaccante si libera al tiro e indirizza la palla all’incrocio dei pali da sinistra verso destra. Il Real vince e convince.

“Sono soddisfatto – ha commentato il tecnico Danilo Gallo – della padronanza del gioco, dell’atteggiamento, dello spirito con cui abbiamo giocato, delle trame messe in mostra. Da questo punto di vista è stata la miglior partita. Non lo è stata sotto il profilo del cinismo, della cattiveria agonistica. Dobbiamo essere più pratici perché questa partita potevamo chiuderla prima e invece, sull’1-0, abbiamo rischiato di subire il pareggio. Per il resto, la squadra è stata davvero molta brava”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: