ULTIM'ORA

Prostituzione e riti voodoo, giovane nigeriana fa arrestare i suoi aguzzini


prostituzione siracusa timesNews Sicilia: una giovane nigeriana era sbarcata in ottobre a Pozzallo e poi è stata trasferita a Padova. Ma un’organizzazione criminale l’ha riportata in Sicilia costringendola a prostituirsi per pagare i trafficanti di esseri umani. La donna non ci sta e con una telefonata ha fatto finire tre connazionali in manette. Era l’ennesima vittima di un sistema criminale che ha tentato di costringerla a prostituirsi, minacciandola con riti woodoo e segregandola in una stanza.

Durante la sua prigionia la donna, attraverso un cellulare, è riuscita a contattare l’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim) che a sua volta si è messa in contatto con gli uffici della Mobile di Palermo. Gli investigatori sono riusciti ad individuare il luogo di prigionia della ragazza, alla periferia di Castelvetrano, e hanno fatto irruzione nell’appartamento, fermando i tre aguzzini, due donne e un uomo.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: