ULTIM'ORA

Priolo, Sorbello ricorda i dieci anni dal referendum sul rigassificatore: “utile per pochi, pericoloso per gli abitanti”


News Priolo: era piena estate quando, dieci anni fa, un’ambia maggioranza di cittadini (quasi il 58%) si recò alle urne per esprimersi sul referendum per il rigassificatore di Priolo. A dieci anni da tale referendum, il Consigliere nazionale dell’Anci Salvo Sorbello ricorda come allora la cittadinanza pronunciò un No “chiaro ed inequivocabile ad un impianto utile per pochi ma molto pericoloso per gli abitanti di una vasta parte della provincia di Siracusa, già a forte rischio di potenziali, devastanti incidenti”.

“È utile – prosegue Sorbello – ricordare gli sforzi compiuti da persone che si impegnarono nella campagna referendaria, primo fra tutti il compianto Enzo Radino, primo sindaco della cittadina priolese, campagna alla quale ebbi l’onore di contribuire come segretario provinciale del movimento autonomista. Fu una straordinaria espressione della volontà popolare, che si oppose a scelte calate dall’alto e che per troppo tempo era stata costretta a subire, con danni notevolissimi per la salute delle persone (basti pensare allo stabilimento Eternit)”.

“Proprio di recente la regione Friuli Venezia Giulia si è opposta all’installazione di un rigassificatore alle porte di Trieste mentre di quello di Porto Empedocle si sono perse le tracce. I cittadini priolesi – conclude Salvo Sorbello hanno quindi dimostrato di essere più lungimiranti di coloro che volevano rendere, senza alcun vantaggio per la nostra terra, ancora più a rischio la nostra zona industriale”.

Priolo, Sorbello ricorda i dieci anni dal referendum sul rigassificatore: “utile per pochi, pericoloso per gli abitanti”

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: