ULTIM'ORA

Priolo. Ingenti bollette dell’acqua e sospensione del sevizio per due giorni, i cittadini sul piede di guerra


Alessandro Biamonte Siracusa Times

I consiglieri di opposizione Giuseppe Fiducia, Patrizia Arangio, Alessandro Biamonte, Franca Marsala e Marianna Tripi

News Priolo Gargallo: i consiglieri di opposizione di Priolo intervengono in merito al caro bollette dell’acqua, relativo ai canoni degli anni 2015 e 2016 e si schierano a fianco dei cittadini.

Proprio per i disagi causati, in questi giorni, gli uffici preposti sono impegnati  a dare spiegazioni agli innumerevoli cittadini che, dopo due anni, si trovano disorientati e disperati.

“Inviare le bollette senza prima riflettere – tuonano i consiglieri Biamonte, Fiducia, Arangio, Marsala, Tripi e Fazzina  – è stato un grave errore da parte dell’amministrazione, soprattutto in questo momento di grave crisi economica e occupazionale. I cittadini sono disperati!

Immaginiamoci per un attimo  – proseguono i consiglieri di minoranza – la reazione degli anziani che vivono da soli, dei disoccupati e delle famiglie che quotidianamente fanno enormi sacrifici.

I consiglieri di opposizione propongono di bloccare l’invio delle bollette e di inviarle nuovamente, solo dopo aver effettuato le giuste verifiche, ma con la possibilità di rateizzazione in due anni.

La consigliera Patrizia Arangio dichiara: “Continueremo a tenere alta l’attenzione, mi dispiace solamente che la maggior parte delle nostre proposte vengono puntualmente disattese da parte dell’amministrazione.

Alessandro Biamonte aggiunge: “Oltre il danno la beffa, infatti, siamo stati per due giorni senza acqua, ciò significa che bisogna rafforzare, da subito, il pronto intervento. Se da una parte chiediamo tributi ai cittadini dall’altra parte deve corrispondere il massimo dei servizi. Ricordo che l’acqua è un diritto umano inalienabile nessuno può farne almeno”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: