ULTIM'ORA

Priolo Gargallo. Rubano un’automobile e fuggono all’alt dei Carabinieri: arrestato uno dei due, l’altro si da alla fuga


carabinieri guttuso francesco toyota siracusa times-minNews Priolo Gargallo: i Carabinieri delle Stazioni di Priolo Gargallo e Belvedere, consorziate sui territori di competenza nell’ambito dell’intensificazione dei servizi notturni finalizzati alla prevenzione dei furti, con particolare riguardo alle “spaccate” in danno di esercizi commerciale, hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato, Guttuso Francesco, classe ’89 residente a Scordia (CT) senza precedenti specifici.

Durante un controllo effettuato nell’arco notturno nei punti nevralgici di accesso/uscita dai centri abitati, gli uomini dell’Arma avrebbero intimato l’alt all’autovettura sul quale viaggiava il giovane, condotta però da un altro soggetto, che ha proseguito la sua corsa senza arrestarsi. Scattato l’inseguimento, l’auto è stata bloccata in via Poggio del Carancino. Qui, il conducente è riuscito a darsi a repentina fuga a piedi, facendo al momento perdere le proprie tracce e continuando ad essere ricercato sul territorio e su quelli limitrofi, mentre il passeggero, Guttuso, è stato fermato senza opporre particolare resistenza. L’automobile risulta essere stata rubata dalla coppia poco prima a Belvedere, in viale Epipoli, mentre era parcheggiata nei pressi dell’abitazione del proprietario.

Sottoposto a perquisizione personale, Guttuso è stato inoltre trovato in possesso di un coltello di genere vietato, di lunghezza venti centimetri con lama di 8,5 cm. L’arma è stata posto sotto sequestro insieme alla vettura, su cui saranno svolti più approfonditi accertamenti tecnici.

Considerato l’orario in cui si è verificato il furto e, soprattutto, la tipologia di vettura rubata – una Toyota Land Cruiser – gli inquirenti ritengono che il furto potesse servire per la commissione di “spaccate” presso qualche esercizio commerciale del territorio. Proprio in questa direzione convergono le indagini dei Carabinieri di Siracusa che, al termine delle formalità di rito, hanno condotto il giovane presso la Casa Circondariale “Cavadonna” di Siracusa.

Rimane sempre alta e costante l’attività di contrasto dei militari dell’Arma nello specifico settore della prevenzione dei reati contro il patrimonio, specie di contrasto al fenomeno delle spaccate, a tutela dei numerosi commercianti in un periodo peraltro particolarmente delicato quale quello a ridosso delle Festività Natalizie.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: