ULTIM'ORA

Priolo Gargallo. Roberta Gitani: “l’Amministrazione non offre strumenti di aggregazione ai ragazzi”


News Priolo Gargallo: Roberta Gitani, simbolo dello sport di eccellenza a Priolo Gargallo ed ex punta di diamante della squadra di seria A del basket priolese, oggi è responsabile del forum sport Pd di  Priolo Gargallo e presidente dell’associazione Fenice Basket  che conta più di 200 iscritti e vanta l’iscrizione in serie B.

La Gitani afferma: “A Priolo lo sport non esiste, nessun progetto di aggregazione e sostegno alle pratiche sportive è stato messo in atto da questa amministrazione, le associazioni sono state abbandonante, subiamo l’assenteismo più assoluto da parte dell’amministrazione, con l’aggravante di non avere nessuna struttura sportiva adeguata e migliaia di euro sono stati sperperati. Mai una somma spesa per lo sport! Oggi l’amministrazione, dopo 10 anni di lotte,destina 70 mila euro per la copertura della palestra polivalente da un anno inagibile perché piove all’interno, non permettendo una programmazione corretta delle attività sportive e l’utilizzo della stessa”.

La Gitani continua: “In passato l’ufficio tecnico ha affermato che per un intervento sostanziale per il ripristino del tetto  occorrono circa 250.000  euro e, considerato che ne sono stati destinati solamente 70.000,esprimiamo  le nostre  preoccupazioni pensando che sarà solamente un tappo per poi  trovarci sempre nelle stesse. Oggi l’amministrazione ai  nostri ragazzi di Priolo non offre  nessuno strumento  di aggregazione. Lo sport rappresenta per i ragazzi un momento di svago ma allo stesso tempo è importante per la crescita globale della persona”.

“Grazie allo sport i ragazzi possono  relazionarsi, condividere obiettivi comuni, imparare a rispettare le regole, gioire dei successi ed accettare le sconfitte, spesso lo sport è anche il modo per esprimere le proprie emozioni, per sentirsi liberi e anche per scaricare le tensioni, oltre innumerevoli benefici dal punto di vista fisico”.

“Lo sport ha un ruolo fondamentale per la crescita di ognuno al pari del percorso scolastico, per questo è inaccettabile che in dieci anni nei confronti dello sport non ci sia stata nessuna programmazione e nessun aiuto alle associazioni sportive che con grandi sacrifici sono riusciti a mantenere le proprie associazioni. Tutti i comuni sono riusciti a sfruttare linee di finanziamenti riuscendo a creare nuove strutture o a rendere più sicure e moderne quelle esistenti”.

“La nostra proposta è di istituire una consulta permanente tra associazioni e amministrazioni in modo da attuare una progettazione congiunta”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati:

[phone]
[/phone]