ULTIM'ORA

Priolo, centri sportivi abbandonati: la segnalazione di Giucastro dei Giovani Democratici


News Priolo: il segretario dei GD Giuseppe Giucastro denuncia la scarsa manutenzione degli impianti sportivi ma propone anche alcune delle soluzioni  per il settore sportivo di Priolo.  I giovani democratici di Priolo hanno illustrato durante l’incontro  tutte le carenze ed eventuali possibili soluzioni partendo dal plesso più grande del territorio, il centro polivalente che ancora rientra tra i beni dell’Asi e che ogni anno rappresenta una spesa per il comune di Priolo. Tale spesa  è sostenuta a titolo di canone annuo per la cessione dell’intero stabile. Si rileva al riguardo che il predetto canone viene elargito a fronte di una struttura totalmente abbandonata.

Giucastro afferma come oggi: “sia opportuno che il comune avvii una trattativa con l’Asi per l’acquisizione del plesso al fine di predisporre immediatamente alcuni interventi che farebbero in modo di restituire alcuni servizi essenziali e vitali alla cittadinanza”.

“Per quanto riguarda il centro polivalente- continua Giucastro- sarebbe opportuno che venga immediatamente riaperta la piscina comunale che da quasi un anno è chiusa, in attesa che il comune concluda l’iter sulla gestione. È altresì necessario, al contempo, che venga ripristinato l’intero impianto elettrico e il manto stradale che oggi non consente di poter fare jogging in tranquillità”.

Il segretario afferma anche la necessità di ottenere l’agibilità del plesso in modo da consentire di sbloccare i bandi per la gestione dei campi da tennis e del pattidronomo, al fine di garantire sia la trasparenza burocratica ma anche una gestione più efficiente.

Concludono i Giovani Democratici:“sarà sicuramente necessario ripristinare l’intera recinzione del plesso, che confina tra l’altro con un asilo, cercando altresì di captare alcuni finanziamenti che potrebbero consentire di sistemare il plesso e la piscina all’aperto, senza ricorrere al bilancio comunale”.

Giucastro evidenzia anche la necessità di dotare il paese di un campo di calcio che sia funzionale per le squadre del paese. “Ad oggi il campo di calcio, che si trova a San foca, sia funzionale solo nella stagione estiva, per via del cattivo drenaggio realizzato. Sarà necessario prima pensare al manto erboso, realizzare un drenaggio idoneo che garantisca il deflusso delle acque in modo celere. Sarebbe ulteriormente necessario intervenire nel campo di basket del centro  che da qualche anno subisce infiltrazioni di acqua dal tetto, causando problemi alla pavimentazione in alcune parti del campo da gioco”. 

Il segretario conclude invitando l’amministrazione ad: “impegnarsi affinché lo sport ritorni ad essere al centro dell’attenzione del cittadino, ricordando che Priolo in più di trentacinque anni di autonomia ha regalato grandi soddisfazioni al mondo dello sport offrendo conseguentemente  un mondo migliore alle giovani generazioni di questo paese”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: