ULTIM'ORA

Il presidente della Repubblica Mattarella a Noto: ufficializzata la visita per venerdì 8 aprile


Mattarella Palermo presidente repubblica

immagine di repertorio

News: è ufficiale, questa volta! Venerdì 8 aprile alle 11 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà a Noto, accompagnato dal ministro dei Beni e attività Culturali, Dario Franceschini, per visitare la Cattedrale di San Nicolò.

Il capo dello stato sarà accolto dal primo cittadino netino, Corrado Bonfanti, dal prefetto di Siracusa, Armando Gradone, dal presidente della Regine Siciliana, Rosario Crocetta e dal Vescovo di Noto, monsignor Antonio Staglianò.

La visita si svolgerà all’interno della Cattedrale dove, gli illustri ospiti, saranno accolti dai componenti della commissione per la ricostruzione e dai progettisti. Ad illustrare i lavori, Francesco Buranelli e Vittorio Sgarbi.

L’annuncio della visita era stato dato a febbraio dal sindaco Bonfanti, durante gli stati generali del Pd, ma la data fissata era quella del 12 maggio. Durante il proprio discorso, il primo cittadino accese la platea con l’annuncio della visita nella città barocca, troppo vicina alla tornata elettorale fissata successivamente al 5 giugno e che vede tra i protagonisti lo stesso Bonfanti.

“Non possiamo che essere orgogliosi della presenza del presidente Sergio Mattarella e del ministro Dario Franceschini l’8 aprile a Noto – ha commentato Bonfanti perché tutto ciò rappresenta il riconoscimento della più alta carica dello Stato, all’Italia che lavora con serietà, professionalità e grande qualità. Questi anni dedicati alla ricostruzione della nostra Cattedrale sono il simbolo di una grande speranza per la nostra terra perché incarnano la consapevolezza che noi italiani possediamo le risorse necessarie per riprendere spediti e fiduciosi il cammino verso un futuro migliore, il futuro che sogniamo e che siamo in grado di realizzare”.

Un’imprudenza commessa dal sindaco, ma adesso la conferma ufficiale viene dal Quirinale. Un appuntamento importante per Siracusa e la sua provincia, dopo la visita dell’allora presidente Carlo Azeglio Ciampi durante la quale insignì Siracusa e Pantalica, del titolo di Patrimonio dell’Umanità.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: