ULTIM'ORA

Porto di Agusuta, Area democratica: “il Governo non contribuisca ad affossare la provincia di Siracusa”


rsz_areademocratica-lowNews Siracusa: “porto e infrastrutture elementi fondamentali di sviluppo, il Governo non contribuisca ad affossare la provincia aretusea”. Questo il pensiero del gruppo politico di Area Democratica che interviene sulla vicenda legata alle sorti dell’autorità portuale di Augusta, la cui centralità funzionale e commerciale è minacciata in questi giorni da ipotesi di accorpamenti pensati dal Governo centrale.

“L’importanza strategica del porto di Augusta non viene certo scoperta adesso – dichiarano i consiglieri comunali Cosimo Burti, Giuseppe Casella e Gianluca Romeo insieme all’assessore alle Attività Produttive del Comune di Siracusa Teresa Gasbarroed è impensabile, in nome di chissà quale influenza politica o di altra natura, permetterne il declassamento da hub internazionale riconosciuto dall’Unione Europea a semplice appendice di secondaria rilevanza”.

“In un contesto nel quale il trasporto su gomme dell’intera Isola vive forse il peggior momento degli ultimi decenni, con tutte o quasi le principali arterie autostradali in pessime condizioni se non interrotte, l’investimento sui porti dovrebbe diventare priorità ad ogni livello politico, senza divisioni di sorta”.

“Il nostro pensiero va in particolare – continuano i rappresentanti di Area Democratica – alle imprese siciliane, già soffocate dalla crisi e da balzelli altissimi ma costrette in questi ultimi mesi a veder lievitare i costi di trasporto delle merci, incrementati dalle pietose condizioni delle strade”.

“Il porto commerciale di Augusta ma in generale tutte le infrastrutture portuali, quelle di Siracusa in primis – concludono i membri di Area Democratica – sono un elemento fondamentale per il rilancio e lo sviluppo dell’economia; alla politica tocca adesso dare risposte concrete, perché con le parole non si possono certamente aiutare cittadini e imprese. Pertanto chiediamo ai deputati regionali e nazionali di non abbassare la guardia e di portare avanti la battaglia per la tutela del nostro territorio e della nostra economia”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: