ULTIM'ORA

Palermo, Vinciullo: “Animali abbattuti per la brucellosi, il Governo non può rimanere come Ponzio Pilato”


Vincenzo Vinciullo siracusa times

On.le Vincenzo Vinciullo, deputato regionale

News Palermo: si è svolta la scorsa settimana, in Commissione Bilancio, l’audizione del direttore generale dell’Asp di Catania, Giuseppe Giammanco che ha riproposto il dramma che vivono gli allevatori a cui sono stati abbattuti i capi di bestiame a causa della brucellosi.

Sull’argomento interviene l’onorevole Vincenzo Vinciullo, presidente della commissione “Bilancio e Programmazione” all’Assemblea Regionale Siciliana.

Questo argomento, che sembrava essere definitivamente archiviato, nonostante i miei continui richiami in questi ultimi sette anni, è ritornato improvvisamente d’attualità dopo le decine di persone che sono state colpite in provincia di Messina. Ma, oltre al dramma dei cittadini colpiti da questa infezione, c’è il dramma di centinaia di allevatori che richiedono alla Regione l’applicazione di una legge che integrava il contributo statale e che, da anni, non viene più rifinanziata.

La Suprema Corte di Cassazione – prosegue il deputato – ha recentemente condannato l’Asp di Catania a riconoscere agli allevatori la quota integrativa dovuta dalla Regione, ma l’Asp di Catania non ha le risorse per far fronte alla sentenza dei giudici e si è rivolta, inascoltata, all’assessorato regionale che è rimasto silente, quasi il problema non lo sfiorasse.

Per questo motivo, questa mattina ho presentato un’interrogazione parlamentare affinché l’assessorato della Salute decida, con l’urgenza del caso, se accreditare le somme richieste alle AASSP, così da poter erogare agli allevatori i contributi previsti dalla legge, oppure se abrogare detta legge, adeguandosi alla volontà della Comunità Europea. È chiaro che – ha continuato l’onorevole Vinciullonon possiamo continuare a rimanere indifferenti e non possiamo continuare a non intervenire assumendo atteggiamenti da Ponzio Pilato. Occorre innanzitutto intervenire facendo prevenzione, perché da oggi decine e decine di persone, per tutta la vita, porteranno sulle proprie spalle gli effetti del contagio che hanno subito. Il ricovero e la cura di tutte queste persone sta costando migliaia di euro alle casse della Regione, domani forse anche all’INPS! Nel frattempo, ci sono gli allevatori che non riescono a fare fronte da soli al problema.

Chiedo al Governo – conclude l’onorevole Vinciullodi svestire i panni di Ponzio Pilato, fino ad oggi assunti e di vestirne altri e cioè quelli della responsabilità e dell’impegno, responsabilità nei confronti dei cittadini e impegno nei confronti del settore zootecnico”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: