ULTIM'ORA

Palermo. Le proposte di “riforma” degli infermieri siciliani accolte con favore dall’assessore Gucciardi


News: si è concluso positivamente l’incontro di questa mattina, a Palermo,  tra l’assessore regionale della Salute, Baldassare Gucciardi e il coordinamento regionale dell’Ipasvi (Collegi Infermieri professionali, Assistenti sanitari, Vigilatrici d’infanzia), per discutere di alcune proposte ed atti di indirizzo che riguardano proprio  la categoria professionale degli infermieri.   L’assessore ritenendo valide le istanze avanzate le avrebbe recepite con entusiasmo, per attuarle a breve termine. Sostanzialmente tre i miglioramenti richiesti dagli infermieri siciliani, per ottimizzare le loro prestazioni e di conseguenza la qualità di assistenza ai pazienti.

E’ stato, innanzitutto, richiesto un incremento di personale, tecnicamente dei coefficienti percentuali attribuiti nelle linee di indirizzo delle dotazioni organiche, per le terapie intensive e le unità di medicina. Inoltre, per  favorire maggiori opportunità occupazionali e una più efficace e diffusa copertura assistenziale infermieristica nel territorio, valorizzando la funzione sociale dell’infermiere, è stato consigliato di predisporre una normativa regionale per meglio definire i criteri, i requisiti nonché le modalità di attuazione dei percorsi libero-professionali in ambito sanitario, normando altresì l’apertura di studi associati e ambulatori infermieristici, da pianificare anche in collaborazione con i Comuni e lo stesso Assessorato al ramo. Altro argomento discusso ha riguardato la formazione, nel tentativo di conferire un ruolo di primo piano e dirigenziale nei processi formativi ad infermieri in possesso di laurea magistrale e di coinvolgimento tra i commissari di esami dei corsi per O.S.S di un rappresentante del collegio Ipasvi. Inoltre, un’altra buona notizia riguarderebbe la futura istituzione del servizio di “infermiere di famiglia”, già una realtà consolidata in alcune regioni del nord Italia. Su tale punto l’assessore Gucciardi avrebbe affermato di voler valutare di poter inserire il progetto tra i progetti obiettivo del Piano Sanitario Nazionale.

“Esprimo grande soddisfazione– ha affermato Nuccio Zappulla, della sezione siracusana dell’Ipasvi , presente all’incontro- per l’interesse mostrato dall’assessore sulla nostra piattaforma rivendicativa e anche dei tempi abbastanza brevi che dovrebbero vederne attuare quasi tutti i punti. Domani di questi traguardi parleremo nel corso del convegno tematico che si terrà all’Ippodromo del Mediterraneo”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: