ULTIM'ORA

Palazzolo Calcio. Exploit dei giovanissimi mentre gli allievi fermano il Real Siracusa


Palazzolo Siracusa Times

I ragazzi e i tecnici palazzolesi che hanno preso parte allo stage in Calabria

News Palazzolo: mancano soltanto tre punti alla conquista del titolo per i Giovanissimi regionali “fascia B” di Peppe Matarazzo e Marco Lanza, che, lo scorso fine settimana, hanno battuto di misura lo Junior Vittoria grazie alla rete del centrocampista Federico Infantino e adesso avranno a disposizione il primo “match point” nella gara in programma sabato pomeriggio, a Mascalucia, con la Millenniium.

Bene, anche, la formazione allievi, che, dopo la vittoria nel recupero infrasettimanale con il Floridia per 1 a 0 (rete di Di Blasi), hanno fermato la capolista Real Siracusa sull’1 a 1 grazie al gol realizzato da Bellomia: i “gialloverdi”, adesso, sono terzi in classifica ma con una partita in meno rispetto alle dirette rivali.

Ancora ferma, invece, la Juniores, che ha riposato in virtù della rinuncia del Noto. Intanto, nei giorni scorsi, i tecnici e i responsabili del settore giovanile del Palazzolo, Peppe Matarazzo, Marco Lanza e Nello Velasco, sono stati impegnati insieme ai loro ragazzi in due importanti appuntamenti riservati alla scuola calcio: il primo, domenica, ha visto i ragazzini della categoria esordienti disputare una serie di mini-partite organizzate dall’Atalanta a Caltagirone (in provincia di Catania), mentre in Calabria, a Gioiosa Jonica, 17 piccoli calciatori delle categorie Giovanissimi ed Esordienti hanno preso parte ad uno stage dell’Empoli che si ripeterà nel mese di marzo.

Tra i dirigenti della società iblea che hanno seguito i ragazzi in terra calabra anche Salvo Garfì, Sebastiano Di Domenico e Corrado Ferlisi. “Questi appuntamenti – ha sottolineato il “patron” del Palazzolo Graziano Cutrufo – sono molto importanti per i nostri ragazzi, i quali, oltre a potersi confrontare con i loro coetanei, cominciano a fare delle esperienze che, in proiezione futura, torneranno utili a tutti loro sia come atleti che come persone. Lavoriamo costantemente per la scuola calcio – ha aggiunto – e vedere i ragazzi correre e divertirsi in questi contesti non può che rendermi felice”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: