ULTIM'ORA

Pachino, controlli dei Carabinieri: arrestate due persone, cinque denunciati e due segnalati alla Prefettura


Cicciarella Rubbera Siracusa Times

News Pachino: nel corso della notte appena trascorsa e della mattinata odierna i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno effettuato un servizio di controllo del territorio nell’ambito del comune di Pachino finalizzato alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche tra i più giovani, ma anche a situazioni di degrado e di disagio ambientale. Sono state effettuate anche mirate verifiche unitamente a personale specializzato ENEL al fine di contrastare il fenomeno del furto di energia elettrica ai danni della rete pubblica.

In sintesi, 83 mezzi e 146 persone controllate, verificato il rispetto degli obblighi cui sono attualmente sottoposti 9 soggetti, 2 arresti, 5 denunce in stato di libertà, 2 persone segnalate alla Prefettura e 14 sanzioni amministrative elevate per infrazioni al codice della strada.

Raccogliendo le segnalazioni di alcuni cittadini che hanno riferito di insoliti via vai di persone in alcune zone del paese, i Carabinieri hanno effettuato una serie di mirate perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti, avvalendosi anche del prezioso contributo dei cani antidroga del Nucleo Cinofili. In particolare, alle prime ore dell’alba i militari della Stazione di Pachino hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Rubbera Carmelo, classe 1957, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. I Carabinieri hanno intimato l’alt ad una utilitaria con a bordo l’uomo al fine di procedere ad un normale controllo di polizia. Ma nel corso del controllo, nonostante i documenti di guida e circolazione fossero in regola, Rubbera Carmelo è apparso stranamente agitato ed insofferente nei confronti dei militari i quali, insospettiti da tale atteggiamento, hanno dato corso a perquisizione veicolare e domiciliare conclusasi con esito positivo: nella camera da letto dell’uomo, riposto nel comodino, i militari hanno rinvenuto un contenitore per caramelle con all’interno 9 dosi di cocaina dal peso complessivo di circa 20 grammi. I militari hanno rinvenuto un bilancino elettronico di precisione nonché materiale vario per il confezionamento dello stupefacente, il tutto sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa.

Sempre per quanto riguarda l’attività di contrasto nel settore degli stupefacenti, 2 giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Siracusa quali assuntori di sostanza stupefacente in quanto, a seguito di perquisizione personale e veicolare, sono stati trovati rispettivamente in possesso di una modica quantità di marijuana ed hashish.

Nell’ambito dei periodici controlli eseguiti unitamente a personale specializzato ENEL finalizzato a contrastare il fenomeno del furto di energia elettrica, i militari della Stazione di Pachino hanno tratto in arresto in flagranza di reato Cicciarella Corrado, classe 1972, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. A seguito di controllo presso l’abitazione dell’uomo è stato accertato l’allaccio diretto alla rete elettrica: in particolare, l’uomo, correndo anche un serio rischio per la propria incolumità, aveva divelto il contatore normalmente installato dalla citata società, allacciando l’impianto elettrico della propria abitazione direttamente alla rete pubblica. I tecnici hanno ripristinato lo stato dei luoghi mentre l’uomo, condotto in caserma per le formalità di rito, è stato tratto in arresto e successivamente rimesso in libertà con decreto motivato dell’Autorità Giudiziaria è non sussistendo l’esigenza di richiedere l’applicazione di misure cautelari coercitive.

Sempre nell’ambito dell’articolato servizio i Carabinieri hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria quali indagati per il reato di furto di energia elettrica E. A. classe 1978, E. P. M. classe 1941, N. P. classe 1959 e M. F. classe 1984:presso le rispettive abitazioni è stata riscontrata la manomissione del contatore dell’energia elettrica finalizzata a ridurre il conteggio dei rispettivi consumi.

Inoltre, F. C. classe 1990 è stata deferita a piede libero per il reato di ricettazione: la giovane, a seguito di perquisizione delegata dall’autorità giudiziaria, è stata trovata in possesso di uno smartphone risultato provento di furto denunciato presso la stazione di Pachino nel mese di ottobre u.s..

Particolarmente incisivi i controlli alla circolazione stradale posti in essere dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Noto, nel corso dei quali sono state elevate ben 14 contravvenzioni per violazioni varie al codice della strada. In particolare, sono state contestate 6 sanzioni amministrative per circolazione con veicolo sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria, con relativo sequestro amministrativo del mezzo; 3 per mancato utilizzo della cintura di sicurezza; 2 per circolazione con veicolo sprovvisto di revisione periodica; 1 per mancato utilizzo del casco con relativo fermo amministrativo del ciclomotore; 1 per guida senza patente con relativo fermo amministrativo del veicolo ed 1 per utilizzo del telefono cellulare durante la guida. Inoltre, nel corso del servizio sono state rimosse 3 autovetture ed un ciclomotore parcheggiati sulla pubblica via in totale stato di abbandono: sottoposti a sequestro, sono state avviate le procedure del caso per la rottamazione.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: