ULTIM'ORA

Pachino: CambiaMenti si lancia contro l’Amministrazione Comunale


logo grande CambiaMenti siracusa times

News Pachino: il movimento socio-politico CambiaMenti esprime, attraverso un comunicato, la propria insoddisfazione per ciò che riguarda l’operato dell’Amministrazione Comunale.

“La domanda sorge spontanea: Cosa di concreto è stato fatto in 365 giorni da parte di quest’amministrazione? Non un confronto, dal quale volentieri rifugge la maggioranza da noi ribattezzata in più occasioni “silente”; non un approfondimento, peraltro non previsto dai copioni scritti per mezzo di pizzini che vengono dati ai consiglieri di maggioranza e ai quali questi si devono attenere rigorosamente”.

“Varie sono state le proposte fatte da CambiaMenti nei diversi ambiti e che vanno dall’occupazione del suolo pubblico, alla rete fognaria; dall’urgenza di avere contezza sul bilancio del comune all’appalto sulla raccolta solida urbana; dalla legalità alla valorizzazione delle diverse contrade pachinesi; dalla richiesta di un piano regolatore generale alla gestione della tariffazione dell’acqua. Proposte bollate come inutili, nel migliore dei casi, o pretestuose, nel peggiore. Niente dialogo, la verità è sempre e solo da una parte e dalla stessa parte costruita. Per qualcuno siamo timidi nel manifestare le nostre proposte, per altri poco visibili, ma abbiamo sempre qualcosa da dire e quando ci esprimiamo lo facciamo in termini costruttivi e senza personalismi. Altri possono dire lo stesso?”

“All’ultimo consiglio comunale la solita pantomima della fantomatica maggioranza, fatto stavolta denunciato da CambiaMenti, sulle modalità di discussione delle proposte. Nessuna risposta concreta e circostanziata sulla situazione “Legalità” da noi già manifestata al Prefetto e di cui continuiamo a essere preoccupati (unici, sembrerebbe…) anche alla luce degli ultimi episodi (incendio alla Dusty e manipolazione di una bottiglia d’acqua al supermercato); nessun cenno alla disastrosa situazione di Marzamemi anche questa già denunciata dal movimento in tempi non sospetti; nessun riferimento alle condizioni di igiene ambientale a cui Pachino è costretta a convivere e anzi a questo proposito ci permettiamo il lusso di porre una domanda: Che fine ha fatto la raccolta differenziata dopo il passaggio da Busso a Dusty ed a quanto ammontano i costi per i cittadini per questo “disimpegno” contrattuale?”.

“Insomma è come se i consiglieri di maggioranza  ed il loro Sindaco vivessero in una bolla di vetro all’interno della quale esiste una realtà del tutto differente da quella che Pachino ed i pachinesi vivono oggi. A loro piace crogiolarsi di polemiche con tutto e tutti, di attribuire colpe e responsabilità sempre agli altri, di ipotesi varie di rimpasto di giunta o a chi e quando dare l’ennesimo incarico a diverso titolo. Quando questi Signori si assumeranno la responsabilità di gestire le problematiche della vera Pachino? Ai posteri l’ardua sentenza, ma riteniamo giusto che noi contemporanei ci facciamo sentire!”

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: