ULTIM'ORA

Oro olimpico rubato sul treno. Daniele Garozzo vittima di un furto poco piacevole


Daniele Garozzo alle Olimpiadi scherma

Un duello scorretto quello a cui lo schermidore catanese Daniele Garozzo ha inconsapevolmente partecipato e perso. Niente fioretto, niente regole, solo il vile gesto di rubare l’oro olimpico custodito in una borsa dell’atleta.

Qualcuno ha compiuto l’impensabile, entrando nella cabina del treno in cui viaggiava Daniele e portando via la medaglia vinta all’Olimpiade nel fioretto individuale (leggi qui). L’atleta stava andando in treno a Torino, dove sarebbe stato ospite della Juventus.

Il fiorettista, è membro del Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, e nei mesi scorsi è stato accolto presso la caserma “Majorana” dal Comandante Provinciale (leggi qui). Daniele Garozzo ha, anche, partecipato a Siracusa ad una importante iniziativa sociale, insieme ad altri campioni dello sport (leggi qui).

Daniele non vuole perdere l’oro che vale la sua vittoria olimpica, il simbolo dell’impegno che lo ha portato a trionfare sul podio più alto a Rio 2016. Vuole affrontare faccia a faccia lo sfidante scorretto e concludere positivamente questa disavventura. E lancia un’appello nella sua pagina Facebook: “Non e’ stato un bel risveglio su quel treno e, certo, la delusione e’ stata fortissima. La medaglia era custodita in uno scrigno e chi l’avrà presa ha creduto di mettere le mani su qualcosa di materialmente prezioso.

Per me lo era perché la medaglia aveva il sapore di un percorso portato a termine, un ricordo da condividere negli anni. Ma io sono un “ansioso” ottimista e quindi guardo al futuro e alle altre medaglie che spero di poter conquistare. Non e’ successo niente di grave se non il furto in se stesso. Se poi me la volessero restituire la rimetterei nel posto dove è giusto che sia, sul comodino vicino al mio letto”. 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: