ULTIM'ORA

Omicidio di Sassano: neanche un giorno di carcere per Gianni Paciello


Incidente SassanoNews: è passato un mese, 30 lunghissimi ed interminabili giorni impregnati di lacrime, rabbia e smarrimento, da quel maledetto 28 Settembre, quando il bar “New Club 2000” di Sassano, in provincia di Salerno, si è macchiato irrimediabilmente di sangue. Giovanni e Nicola Femminella di 17 e 22 anni, Luigi Paciello (quattordicenne fratello dell’omicida) e Daniele Paciello di 15 anni, vengono travolti mortalmente da un’auto guidata ad una velocità di 137 Km/h da Gianni Paciello (22 anni) senza cintura e con un tasso alcolemico superiore a quello consentito. Qualche giorno fa il colpo di scena: Il conducente che dopo il sinistro viene condotto all’ Ospedale Luigi D’Aragona di Salerno per curare i traumi riportati a seguito dell’accaduto, viene dimesso e condotto in una struttura protetta, lontana da Sassano, agli arresti domiciliari. Il giovane non ha scontato nemmeno un giorno di carcere. Gli abitanti di Sassano e i familiari delle vittime hanno quindi deciso, indignati, di firmare una petizione per dire “No” al ritorno in paese di Paciello. Nel frattempo in questo giorno di nostalgia e di profondo dolore, parenti e amici delle vittime che hanno perso la vita in quel terribile incidente, si stringono insieme in una fiaccolata per mantenere vivo il ricordo dei quattro giovani sottratti troppo presto all’amore dei propri cari

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: