ULTIM'ORA

Oliver Stone al 62esimo Taormina Film Festival


BEIJING, CHINA - APRIL 16: (CHINA OUT) U.S. film director Oliver Stone is interviewed during a press conference as part of the 4th Beijing International Film Festival on April 16, 2014 in Beijing, China. (Photo by ChinaFotoPress/ChinaFotoPress via Getty Images)

News: si respira aria di cinema hollywoodiano al festival del cinema di Taormina. La 62esima edizione, anche il celbre regista Oliver Stone, un secondo importante nome, dopo la scelta di avere come presidente Onorario del TaorminaFilmFest, Richard Gere (Leggi qui).

Oliver Stone, candidato complessivamente ad undici Premi Oscar come sceneggiatore, regista e produttore (tre quelli vinti, per la sceneggiatura di “Fuga di mezzanotte” e per la regia di “Nato il 4 luglio” e “Platoon”), contribuendo in maniera considerevole al progresso del cinema. E il suo contributo arriva nel film documentario Ukraine on Fire di Igor Lopatonok, di cui è coproduttore e autore delle interviste.  Un film sull’Ucraina che parte dalla rivoluzione del febbraio del 2014 conosciute come “Euromaiden”, il film, fortemente sostenuto da Stone, pur partendo da quei fatti va oltre. Attraverso le interviste realizzate dal regista Premio Oscar al Presidente della Russia Vladimir Putin, all’ex presidente Viktor Yanukovich, all’ex ministro degli Interni Vitaliy Zakharchenko, in Ukraine on Fire si parla dei temi caldi e dei punti di svolta del conflitto, della crisi ucraina in atto, del dietro le quinte e della situazione politico attuale e del suo potenziale pericolo per il mondo.

“Siamo molto contenti di avere un regista come Oliver Stone a Taormina insieme a Lopatonok. – sottolinea Tiziana Rocca, general manager del festival –. Far vedere al nostro pubblico di giovani universitari un film come Ukraine on Fire crediamo sia molto importante per mostrare anche un’altra faccia della storia contemporanea”.

Nel film si parla dei temi caldi e dei punti di svolta del conflitto, della crisi ucraina in atto, del “dietro le quinte” della situazione politica attuale e del suo potenziale pericolo per il mondo. L’anteprima a Taormina è per il 16 giugno.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: