ULTIM'ORA

Noto, VolaLibro. Lo sport e il coraggio oltre la disabilità. Roberto Camelia: “non smettete mai di sognare”


News Noto: una testimonianza di sport, ma soprattutto di coraggio e di voglia di vivere. Un’occasione per ribadire che non esistono barriere fisiche, ma soprattutto mentali, di fronte ai sogni, spesso di normalità, da realizzare. Eccolo in sintesi, il messaggio che Roberto Camelia, unico arbitro di boxe al mondo con la protesi, e Salvatore Iudica, portiere della nazionale italiana di calcio amputati, hanno lanciato stamattina ai giovani di Volalibro.

“La mia – ha detto Roberto Camelia ai ragazzi – non è solo la storia di chi, in seguito a un incidente, si ritrova con un arto amputato, ma la storia di chiunque, di fronte a difficoltà di qualsiasi genere, riesce a trovare la forza per rialzarsi e per andare avanti. Più forte di prima. Quindi non smettete mai di sognare, di credere in voi stessi e in ciò che volete fare”.

Gli ha fatto ecco Salvatore Iudica: “bisogna credere veramente in ciò che si fa e non abbattersi mai di fronte alle difficoltà e alle barriere che sono più mentali che fisiche. Non è infatti l’aspetto fisico a precludere la possibilità di fare qualcosa, ma la barriera insormontabile è quella mentale. E, una volta superata, è possibile fare tutto”.

Ancora sport e voglia di farcela, stamattina, con Paola Gianotti, Guinness world record per il giro del mondo in bici in 5 mesi. “Un’iniziativa che sembrava a tutti qualcosa di folle – ha detto ai giovani di Volalibro – invece non bisogna mai mollare. Anzi, occorre tirare fuori i sogni dai cassetti se si vuole vivere una vita vera, perché i nostri limiti sono solo mentali e noi siamo protagonisti della nostra vita. Quindi siamo noi che decidiamo ciò che vogliamo fare, indipendentemente dalle condizioni. Io potevo infatti lasciar perdere in qualsiasi momento: quando non trovavo gli sponsor, quando mi sono imbattuta in 100 giorni di vento contro, quando sono stata investita. Ma quando credi veramente in qualcosa devi portarlo a termine con determinazione e sacrificio”.

Domani alle 9, nel salone delle feste del Palazzo Villadorata, appuntamento con Athos Zontini e la presentazione del suo libro “Orfanzia” e alle 11, sempre nello stesso posto, incontro con Francesca Scotti che presenterà il suo libro “Ellissi”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: