ULTIM'ORA

Noto, prevenzione dei reati: prosegue l’attività dei Carabinieri


carabinieri - siracusatimes

News Noto:  i Carabinieri della Compagnia di Noto hanno posto in essere, durante il ferragosto appena trascorso, un articolato servizio di controllo del territorio nell’ambito dei vari comuni di competenza finalizzato alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcolici tra i più giovani. Particolare attenzione è stata riservata ai luoghi di aggregazione di massa, con pattuglie a piedi nei centri storici dei paesi ed in prossimità delle maggiori località balneari, nonché posti di controlli alla circolazione stradale lungo le principali arterie stradali del territorio: nel complesso, da venerdì scorso alla mattinata odierna sono state impiegate, sulle diverse fasce orarie, 55 pattuglie e 110 Carabinieri delle varie Stazioni del territorio e del Nucleo Operativo e Radiomobile al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la popolazione e garantire una risposta rapida e concreta alle varie esigenze rappresentate dalla cittadinanza.

In sintesi, 276 mezzi e 342 persone controllate, verificato il rispetto degli obblighi cui sono attualmente sottoposti 26 soggetti su tutto il territorio di competenza, 7 denunce in stato di libertà, 2 persone segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti ed 11 sanzioni amministrative elevate per infrazioni varie al codice della strada.

Particolarmente incisivi i controlli alla circolazione stradale nel corso dei quali 2 persone sono state colte alla guida dei rispettivi veicoli sprovvisti di patente di guida perché mai conseguita: per loro, alla luce della recente modifica normativa di settore, scatta una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ed il fermo amministrativo del mezzo. Inoltre, qualora i medesimi soggetti reiterassero la citata violazione nel prossimo biennio, andrebbero incontro ad una sanzione di natura penale. Sono state altresì contestate ulteriori 9 sanzioni amministrative per violazione di norme del codice della strada tra cui, in particolare, 2 per guida senza casco con relativo fermo amministrativo dei ciclomotori per 60 giorni, 1 per circolazione con veicolo sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria, con relativo sequestro amministrativo del mezzo, 4 per circolazione senza documenti di guida al seguito e 2 per omessa revisione del veicolo.

Per quanto concerne gli accertamenti espletati con apparato etilometrico, dei 36 automobilisti sottoposti a pre-test sull’interno territorio di competenza, nessuno ha fatto registrare un tasso alcolemico superiore ai limiti di legge. Un solo automobilista, P. R. classe 1980, controllato alla guida di una vettura a noleggio sul territorio del comune di Avola, ha rifiutato di sottoporsi agli accertamenti del caso: lo stesso, pertanto, è stato segnalato all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 186 c. 7 del Codice della Strada, norma che prevede le medesime sanzioni che vengono applicate in caso di guida sotto l’influenza dell’alcol con tasso superiore a 1,5g/l.

A Pachino, i Carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà per il reato di rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale C. O., classe 1964: l’uomo, controllato alla guida della propria autovettura nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, senza alcun motivo, si rifiutava di fornire i documenti ai militari operanti nonché di declinare le proprie generalità, allontanandosi a piedi dal luogo del controllo e ritornandovi solo dopo alcuni minuti, consapevole di quanto poco prima commesso.

A Rosolini, i militari della locale Stazione hanno segnalato all’A.G. per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere M. M., cittadino marocchino classe 1972, da anni stabilmente residente in Italia: l’uomo, controllato alla guida della propria autovettura, è stato trovato in possesso di un machete opportunamente occultato nel bagagliaio del mezzo.

Per il medesimo reato sono stati altresì segnalati all’A.G. P. A. classe 1985 e B. F. A. classe 1980: i due uomini, controllati nel territorio del comune di Canicattini Bagni, sono stati trovati ciascuno in possesso di un coltello a serramanico.

A Pachino, inoltre, i Carabinieri della locale Stazione hanno segnalato all’A.G. per il reato di violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale V. A. classe 1992, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia, in atto sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di P.S.. Lo stesso, contravvenendo agli obblighi impostigli dalla citata misura di prevenzione, risultava assente all’atto del controllo, venendo altresì notato in giro per il paese in compagnia di soggetti gravati da precedenti penali.

Per quanto riguarda l’attività di contrasto nel settore degli stupefacenti, nel corso del servizio i Carabinieri hanno denunciato una persona e ne hanno segnalate altre 2 alla Prefettura di Siracusa quali assuntori di sostanza stupefacente. In particolare, ad Avola, i Carabinieri del N.O.R.M. hanno deferito in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente M. G. classe 1992: il giovane, controllato alla guida della propria autovettura, apparso stranamente agitato nonostante i documenti di guida e di circolazione in regola, veniva sottoposto a perquisizione personale e veicolare e trovato in possesso di un unico frammento di hashish dal peso complessivo di circa 25 grammi. A Rosolini, i Carabinieri del N.O.R.M. hanno segnalato alla Prefettura di Siracusa un giovane classe 1995 in quanto trovato in possesso di una modica quantità di Hashish; a Canicattini Bagni i Carabinieri della locale stazione hanno segnalato alla Prefettura di Siracusa un uomo classe 1968 in quanto trovato in possesso di circa 10 grammi di marijuana destinata all’uso personale. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso.

I Carabinieri continueranno ad organizzare analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: