ULTIM'ORA

Noto. Minaccia la compagna ed i Carabinieri con un coltello da cucina. Arrestato


LAVACCA LINO CL.92News Noto: Nel corso dei quotidiani servizi, a Noto, i Carabinieri dell’aliquota radiomobile del N.O.R.M. hanno tratto in arresto in flagranza dei reati di maltrattamenti in famiglia, minaccia e resistenza a pubblico Ufficiale Lavacca Lino, classe 1992, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

Erano circa le 18:00 quando lo stesso arrestato ha contattato il numero di emergenza 112 chiedendo l’intervento di una pattuglia al fine di evitare che l’ennesima discussione con la compagna degenerasse.

Giunti sul posto i Carabinieri hanno trovato Lavacca Lino che li attendeva fuori casa e che, alla loro vista, iniziava a minacciarli con un coltello da cucina tentando poi di scappare. La pronta reazione dei militari consentiva di bloccare immediatamente il giovane e di condurlo in caserma al fine di ricostruire con esattezza quanto accaduto poco prima.

Fondamentali, per dipanare la vicenda, le testimonianze della giovane compagna e dei suoi familiari: erano mesi, infatti, che la convivenza tra l’uomo e la famiglia della donna non funzionava, principalmente a causa della mancanza di un lavoro stabile e del continuo abuso di sostanze alcooliche da parte del giovane, situazione che spesso lo portava a discutere animatamente con i suoi cari. Abuso di alcol che già in passato aveva creato seri problemi a Lavacca che, nello scorso mese di dicembre, in due diverse occasione, aveva aggredito fisicamente un infermiere del pronto soccorso ed una guardia giurata dell’ospedale di Noto, venendo in un’occasione arrestato in flagranza e nell’altra denunciato a piede libero dai Carabinieri di Noto.

Lunedì, complice qualche bicchiere di troppo, l’ennesimo episodio violento: il giovane, dopo aver discusso con la compagna e con i familiari di quest’ultima, ha iniziato ad urlare inveendo contro i familiari, poi ha impugnato un coltello da cucina minacciando tutti i presenti in casa. Poi, forse in un momento di lucidità, è stato lui stesso a chiamare i Carabinieri chiedendo di essere arrestato, venendo poco dopo bloccato in evidente stato di alterazione psicofisica.

Riportato alla calma ed espletate le formalità di rito, Lavacca Lino è stato associato presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: