ULTIM'ORA

Noto International Film Festival: ieri sera la cerimonia di premiazione


News Noto: Numero 10 di Patrizio Trecca è stato decretato ieri sera il Miglior Film del N.I.F.F. Noto International Film Festival 2017 firmato dall’Associazione Magnetic Film, e il giovane regista, presente a Noto dall’inizio dell’evento, è stato premiato sul palco del Teatro d’estate ricevendo dalle mani del Sindaco Corrado Bonfanti, la stupenda scultura opera dello scenografo Giuseppe Bonfiglio.

Film forte ma decisamente poetico che racconta di un uomo che sembra aver perso tutto dalla vita e che invece grazie alla sua voglia di vendetta, paradossale, scopre che la pace interiore e la felicità sono ancora possibili per lui. La Giuria presieduta da Steve Della Casa e composta daFabrizio Ferracane, Manuela Ventura, Adriano Saleri, Daniele Ciprì, Leonardo Cruciano, Romano Barluzzi e Paolo Vivaldi, ha, inoltre, assegnato allo stesso corto anche altri riconoscimenti premiando di fatto non solo la globalità dell’opera ma anche alcuni peculiarità che l’hanno contraddistinto. In teatro presente anche il protagonista Francesco Apolloni, premiato dal collega Adriano Saleri, giurato del Festival, come Migliore Attore.

 

La serata ha avuto un’apertura in musica di altissima qualità grazie al concerto del noto compositore Paolo Vivaldi, giurato del Festival, pluripremiato per le colonne sonore scritte per lavori cinematografici e televisivi. Un fil rouge che ha permesso al pubblico del Teatro d’estate di immergersi subito nell’atmosfera del Festival; il concerto “Il suono dell’immagine”, illustrato nei dettagli dallo stesso maestro Vivaldi, è infatti stato accompagnato dagli spezzoni delle pellicole per cui è stato creato.

Esibizione molto apprezzata dai presenti, con in prima fila il Sindaco Corrado Bonfanti e l’Assessore al Turismo Giusy Solerte, a cui è seguito il momento atteso della premiazione e si è iniziato proprio con la Miglior Colonna Sonora andata al corto Numero 10 ed all’autore delle musiche Flavio Gargano, a consegnare la targa ed il libro  “1953-2013: Sessant’anni di cinema a Noto” di Sebastiano Cugno” il maestro Paolo Vivaldi.

Miglior Montaggio a Dario Indelicato per il corto documentario Cargo di Vincenzo Mineo, a consegnare il riconoscimento l’Assessore Giusy Solerte nelle mani del papà di Vincenzo Mineo, Nino Mineo.

Migliore Fotografia a Lorenzo Casadio per il filmRosita di Pietro Pinto, a consegnare il premio il fotografo internazionale Marco Ristuccia, presente lo staff del regista che proprio mercoledì sera ha dovuto lasciare Noto per impegni professionali.

Miglior Sceneggiatura a Patrizio Trecca, Mario Parruccini e Paolo Zanotti per Numero 10 a consegnare il premio l’Assessore Giusy Solerte.

Miglior Attore Francesco Apolloni protagonista di Numero 10 che, come detto, ha ricevuto il riconoscimento dalle mani del giurato Adriano Saleri.

Migliore Attrice Benedetta Buccellato per il filmLa Notte del professore di Giovanni Battista Origo, a salire sul palco l’attrice giurata Manuela Ventura. La Buccellato, assente per impegni professionali, ha voluto però mandare un messaggio agli organizzatori appena saputo del premio assegnatole.

Migliore Regia Patrizio Recca per Numero 10, riconoscimento consegnato sul palco dal Presidente dell’Associazione Magnetic Film e componente della Direzione del Festival, Giuseppe Favaloro.

Miglior Documentario Cargo di Vincenzo Mineo premiato grazie alla presenza del papà dal giurato Adriano Saleri.

Infine tre le menzioni speciali per le qualità tecniche sfoderate e la scelta dei temi ad Axioma di Elisa Possenti, Il potere della paura di Santos Martini e Calandrino di Lorenza Pullega. I tre giovani registi hanno ricevuto i riconoscimenti dalla Direzione Artistica del FestivalGiuseppe Favaloro, Giovanni  Cicciarella e Salvatore Lucchesi, rimasti poi sul palco per attendere insieme al pubblico il momento clou, la proclamazione del vincitore del N.I.F.F. 2017.

Prima dell’annuncio si è avuto modo di parlare di questo primo anno di vita dell’Associazione Magnetic Film dei successi ottenuti lungo tutto lo Stivale, ed oltre, della propria opera prima “L’altra Riva”, con la cui proiezione, in anteprima, la stessa Associazione si presentò alla città.

Il docu-fiction in questi 12 mesi è stato selezionato al David di Donatello, è arrivato in finale all’I.T.F.F. international tour film festival (Roma Civitavecchia), Un Film per la Pace (Udine), Camaiore Film Festival (Camaiore), e al MIFF Montelupo Film Festival (Montelupo Fiorentino); ed ha vinto il Festival Internazionale del Film della non violenza (Madrid) (biennale) (diploma finalissima), il Maazzeni Film Festival (Paternò), Premio della critica “modica e i corti”, il primo premio della giuria artistica dell’AEIFF Aquae Electae Internazional Film Festival  ed ha inoltre ricevuto una lettera con benedizione da Papa Francesco.

Molto soddisfatti gli organizzatori, insieme con la Direzione Artistica le altre componenti dell’Associazione Ada Bonomo e Giusy Rametta, che hanno a fine serata ringraziato quanti hanno reso possibile questa tre giorni, martedì 29 e mercoledì 30 sono state le giornate dedicate alle proiezioni dei 15 corti arrivati in finale, ospitate all’ex Caserma Cassonello. Il principale ringraziamento è andato all’Amministrazione Comunale per il Patrocinio con i suoi Assessorati alla Cultura, retto da Frankie Terranova, e al Turismo, il Sindaco sul palco ha a sua volta avuto parole di grande elogio per questa iniziativa, alla Fondazione Teatro Tina Di Lorenzo per la collaborazione, a Urbano Pannuzzo e Salvatore Moncada, a Daniele Tibullo, fotografo di scena, Gianluca Belfiore, riprese video, Giuseppe Bonfiglio, responsabile tecnico, Alessandro Uccello, tecnico, Giusy Bonomo e Rachele Rizza per il coordinamento sala e l’organizzazione.

Al termine della cerimonia il pubblico presente ha assistito alla proiezione del corto vincitore, sottolineata alla fine da applausi calorosi e scroscianti e dall’arrivederci all’edizione 2018.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: