ULTIM'ORA

Noto, espiazione pena per un 30enne, colpevole di estorsione commessa nel 2010 a Pordenone


carabinieri - siracusatimesNews Noto: nel corso della notte, i Carabinieri hanno rintracciato e tratto in arresto in ottemperanza al provvedimento di revoca di decreto di sospensione di ordine di esecuzione per la carcerazione e ripristino dell’ordine medesimo emesso in data 14 settembre scorso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Pordenone Bona Fortunato, netino classe 1986, già noto alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti di polizia.

L’uomo deve scontare la pena residua di un anno, 9 mesi e 27 giorni di reclusione, oltre al pagamento di una multa di 600 euro, per il reato di estorsione commesso nel settembre 2010 in provincia di Pordenone. In tale circostanza l’uomo, facendo ricorso alla oramai nota tecnica della “truffa dello specchietto”, convinse un’anziana donna del posto ad aver causato un piccolo sinistro stradale estorcendole, con minacce e pressioni varie, la somma di 400 euro per risarcire il danno.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: