ULTIM'ORA

Noto: dal 12 al 14 giugno l’opera lirica, la musica e il teatro diventano laboratorio per la ricerca di un’identità condivisa


Francesco cafiso Siracusa Times

Francesco Cafiso

News Noto: Sicilia all’opera premia i siciliani che si distinguono per passione e talento. Imprenditoria, arte, cultura, governance, gastronomia: questi i settori delle menzioni speciali, che saranno consegnate domenica 14 giugno. A Noto, infatti, dal 12 al 14 giugno opera lirica, musica e teatro diventano laboratorio per la ricerca di un’identità condivisa. 

Sono imprenditori, artisti, letterati, chef, amministratori, uomini e donne di grande passione e cultura i sette premiati dalla manifestazione “Sicilia all’Opera”, che per rendere onore al talento, al genio e all’impegno del popolo siciliano ha istituito un premio. L’iniziativa è stata inoltre annunciata durante la conferenza stampa di presentazione svoltasi stamattina a palazzo Ducezio a Noto. Un’idea nata in collaborazione con l’amministrazione e l’idea di “contaminazione continua e virale” su cui il sindaco Corrado Bonfanti e il vicesindaco Cettina Raudino costruiscono le linee di politica culturale in città.

Il sindaco Bonfanti spiega: “Non può esserci manifestazione a Noto che abbia solo una direzione, da chi organizza verso il pubblico che ne fruisce. Tutti i nostri eventi si caratterizzano per un’identità condivisa con la cittadinanza e il territorio, che hanno la duplice valenza di spettacolo e formazione di un’identità culturale comune. Sicilia all’Opera ha fatto di questa nostra intenzione il vero focus dei tre giorni ricchi di eventi che si svolgeranno a Noto dal 12 al 14 giugno”.

Le persone e i progetti premiati sono per la categoria imprenditoria le catanesi di Orange Fiber, start up innovativa che dagli scarti della lavorazione delle arance crea dei tessuti “vitaminici”; all’interno della sezione imprenditoria anche Andrea Spatola e Giulia Zuppardo, che con Ciatu hanno creato una linea di prodotti di bellezza e per il corpo caratterizzati dall’utilizzo di materie prime siciliane. Sarà poi sul palco anche Mario Cicero, ex sindaco di Castelbuono, che si è distinto nella capacità di interpretare la fruizione dei beni culturali con efficacia e coinvolgimento delle comunità territoriali e turistiche; per la sezione cucina saranno premiati Corrado Assenza, ambasciatore dei sapori di Sicilia in tutto il mondo, e Accursio Craparo, giovane chef modicano di talento che nei suoi piatti valorizza la tradizione attraverso l’innovazione. Per la categoria cultura e culture i premi andranno a Gaetano Basile, giornalista e scrittore palermitano che interpreta da anni la sicilianità con le sue opere e a Carlo Gilisto, pediatra siracusano che, unendo il concetto di nutraceutica e talento è il patron delle Feste archimedee.

A conclusione dell’incontro il vicesindaco Cettina Raudino si esprime così: “Crediamo che la bellezza debba attecchire e portare frutto nel territorio in cui risiede, altrimenti vale a ben poco. Sicilia all’Opera rappresenta una delle manifestazioni che si inserisce in un percorso condiviso con la comunità netina e territoriale, che costituisce la vera sfida di un amministratore”.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Ulteiori informazioni sono reperibili sulla pagina Facebook dell’evento Sicilia all’Opera o scrivendo alla mail siciliallopera@gmail.com. Per alcuni cenni sul programma leggi qui.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: