ULTIM'ORA

Noto, colti in flagrante mentre rubano da autovetture in sosta: arrestati


ensabella-andrea-carabinieri-siracusa-times

Ensabella Andrea, classe ’89

News Noto: nel corso del pomeriggio di ieri, in Contrada Vendicari, nei pressi dell’omonima riserva naturale, Ensabella Andrea, classe ’89 e Gallo Cristian, classe ’86, entrambi catanesi già noti alle Forze dell’Ordine per i loro precedenti di Polizia, sono stati tratti in arresto nella flagranza del reato di furto aggravato dai Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. della Compagnia di Noto.

I militari dell’Arma, impiegati nell’ambito del quotidiano servizio di controllo del territorio ulteriormente intensificato per il periodo estivo in considerazione del considerevole afflusso di turisti, transitando in contrada Vendicari nei pressi di una zona di sosta, hanno notato i due uomini che, a bordo di una piccola utilitaria, alla vista dell’autovettura di servizio, tentavano di allontanarsi rapidamente.

L’atteggiamento dei due ha insospettito i militari che hanno intimato l’alt al conducente procedendo ad un controllo di polizia ed alla successiva perquisizione personale e veicolare rinvenendo un grimaldello artigianale riproducente la classica chiave di una autovettura, una chiave inglese, una macchina fotografica completa di tutti gli accessori nonché un porta occhiali, un paio di scarpe da ginnastica e un giubbotto da donna.

Alla richiesta di chiarimenti in merito alla provenienza del materiale rinvenuto i due uomini non fornivano alcuna spiegazione plausibile. I militari, pertanto, procedevano al controllo delle autovettura in sosta notando che due di quelle, del medesimo modello, erano state forzate e messe a soqquadro. Rintracciati i conducenti dei mezzi in questione, questi hanno immediatamente riconosciuto la proprietà dei citati oggetti.

Alla luce di quanto accertato, i due uomini non hanno potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità. La refurtiva è stata restituita ai legittimi proprietario. Gli arrestati, condotti in caserma, sono stati dichiarati in stato d’arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa della celebrazione del rito direttissimo.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: