ULTIM'ORA

Noto. Cani abbandonati e questione randagismo. Bonfanti: “da tempo c’è un piano ad hoc che funziona”


cane-randagioNews Noto: 213 sterilizzazioni, cattura di 23 cani aggressivi che sono stati rieducati e più di 120 adozioni. Sono i numeri dell’intervento posto in essere dall’amministrazione della città di Noto per contrastare il fenomeno del randagismo nell’anno 2015. Il progetto, redatto dal dirigente e responsabile del servizio del Comune Leo La Sita, è stato affidato ad una cooperativa di tipo B e prevede la cattura dei randagi nel territorio, la sterilizzazione e la re-immissione nel territorio se cani non aggressivi.

<<La peculiarità più interessante del piano risiede nella creazione ad hoc di un ambulatorio sanitario, quello che impropriamente viene definito canile, sito in contrada Volpiglia – ha detto il sindaco Corrado Bonfanti -. La struttura è dotata di tutte le attrezzature necessarie per operare: è stata anche munita di un ecografo e le operazioni di sterilizzazione vengono condotte in prima persona dai veterinari dell’Asp. Un sistema che ha sortito nell’immediato, gli effetti sperati e che continuerà anche per l’anno appena cominciato, a testimonianza di una scrupolosa sensibilità dell’amministrazione comunale>>.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: