ULTIM'ORA

“No” allo scippo della sede dell’Autorità portuale di Augusta. Assoporto incontra i capigruppo consiliari della città


rsz_porto_augustaNews Augusta: si è svolta stamattina al Comune di Augusta una riunione tra una delegazione di Assoporto Augusta, composta dalla presidente Marina Noè, dal vice Bruno Ferreri e dalla segretaria Tania Patania e  i capigruppo del consiglio comunale megarese, la presidente della pubblica assemblea  Lucia Fichera e il sindaco di Augusta Cettina Di Pietro. L’obiettivo è stato quello di mettere a  punto una strategia comune in vista del consiglio comunale congiunto con i Comuni di Priolo e  Melilli che si terrà stasera (2 febbraio 2017), alle 20, a palazzo San Biagio ad Augusta, in cui verrà richiesto a tutti gli altri  20 consigli comunali della provincia di Siracusa l’adozione di un  documento condiviso a difesa dell’Autorità portuale di Augusta.

Dalla riunione  è emersa con chiarezza la consapevolezza di tutte le parti politiche e amministrative della città che il problema della sede non è soltanto -come ha riferito ieri pomeriggio alla Camera, durante il question- time,  il Ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio- una questione  di mera sede legale dove si riuniscono i consigli di amministrazione, ma è molto altro. E’ uno scippo vero e proprio di natura economica, che mette in dubbio la possibilità di un futuro sviluppo di tutto l’intero territorio della provincia di Siracusa.

“Prendiamo atto della condivisione generale di questa  preoccupazione e dell’assoluta convergenza  e unità di intenti di tutti. E’ ormai chiaro che problemi del porto di Augusta non appartengono solo ai singoli operatori, ma rischiano di danneggiare l’intera collettività e di mettere in crisi l’economia di un’ intera città e di tutta la provincia”: fanno sapere.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: