ULTIM'ORA

Nave “Save the Children” nel Mediterraneo: da settembre sarà di stanza ad Augusta


E' arrivata nel porto di Reggio Calabria la nave "Orione" della Marina Militare con a bordo 677 migranti e il cadavere di una donna morta per annegamento. Sulla nave c'è anche un neonato che ha visto la luce su un barcone partito dalla Libia e soccorso nel Canale di Sicilia. Nella serata di ieri in Prefettura a Reggio Calabria si è tenuta una riunione per organizzare la macchina dei soccorsi. Lo sbarco di oggi segue quello di 580 migranti avvenuto domenica. Reggio Calabria, 14 aprile 2015. ANSA/MARCO COSTANTINO

immagine di repertorio

News: una nave di Save the Children, dal mese di settembre, solcherà il Mediterraneo per effettuare operazione di ricerca e salvataggio di migranti. La nave, che batterà bandiera italiana e sarà soggetta alle leggi del nostro Paese, sarà di stanza ad Augusta, in Sicilia e sarà in grado di soccorrere e accogliere 300 persone per volta.
A muovere l’organizzazione che si dedica dal 1919 alla tutela dei minori sono le cifre drammatiche: rispetto allo scorso anno, il numero dei bambini che attraversano il Mediterraneo ha avuto un notevole incremento e il 90% dei minori sbarcati sulle coste italiane nel 2016 lo ha fatto senza i propri genitori. Save the Children ricorda che più di 3.000 persone hanno già perso la vita quest’anno attraversando il Mediterraneo, in aumento di oltre il 40% rispetto allo stesso periodo del 2015. L’urgenza della situazione attuale, quindi, impone l’adozione di misure supplementari. L’organizzazione supervisionerà le operazioni umanitarie sulla nave e fornirà personale specializzato.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: