ULTIM'ORA

Muore a Roma un bimbo floridiano di 15 mesi: era in attesa di un impianto di un nuovo cuore


Giuseppe Gioele Siracusa Times
News Sicilia: Era stato trasferito con l’elisoccorso dal Centro Cardiologico pediatrico di Taormina a quello della capitale ma la corsa con l’elisoccorso fino al Bambin Gesù di Roma è stata inutile per il piccolo Giuseppe Gioiele, 15 mesi di Floridia.

Il cuore di Gioele quando è arrivato nel nosocomio della capitale, si è fermato definitivamente. Il padre del piccolo, Sebastiano Grande che l’ha seguito durante il viaggio, racconta che il figlio gli è morto fra le braccia. Tanta la disperazione e la rabbia dei familiari che però non hanno presentato nessuna denuncia. Il corpicino del piccolo è stato trattenuto in ospedale dove è stato eseguito un riscontro diagnostico sulle cause di morte.

Giuseppe Gioele era ricoverato da quasi un mese nel Centro Cardiologico pediatrico di Taormina per una malformazione al cuore. I medici siciliani avevano disposto il trasferimento del bimbo a Roma. Ma il piccolo non ce l’ha fatta. La salma dovrebbe essere restituita domani ai familiari. Non è stato, intanto, necessario procedere con l’autopsia. I familiari non hanno infatti presentato alcun esposto.

Intanto a Floridia è scattata la mobilitazione per aiutare la famiglia del piccolo. Il Comune, retto da Orazio Scalorino, si è messo in moto per assicurare alla famiglia di Giuseppe Giole, il rientro della salma con un’ampia compartecipazione alle spese. A contribuire anche molti floridiani e la parrocchia di San Giorgio di Modica, che hanno attivato una sottoscrizione in auto della famiglia.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: