ULTIM'ORA

Morte Tony Drago. Il gup si riserva sull’archiviazione del caso


Tony Drago Siracusa TimesNews Siracusa: un’ora. E’ durata quasi un’ora l’udienza preliminare nelle aule del Tribunale di Roma per discutere la richiesta di archiviazione del caso della morte di Tony Drago, il giovane militare aretuseo trovato morto all’interno del cortile della caserma del reggimento “Lancieri di Montebello” a Roma il 6 luglio del 2014. Si parlò subito di suicidio. Un suicidio, però,  che non ha mai convinto ne la madre del giovane caporale dell’esercito ne i moltissimi amici.

Il caso del militare, finito anche nel noto programma della Rai “Chi l’ha visto?” è stato riaperto. Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Roma, Angela Gerardi, si è riservato sull’opposizione alla richiesta di archiviazione avanzata dai legali della famiglia di Tony Drago il militare aretuseo trovato senza vita nella caserma dei Lancieri di Montebello nella notte tra il 5 e il 6 luglio 2014 e la cui causa, a giudizio degli inquirenti sarebbe avvenuta per deliberata volontà della vittima.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: