ULTIM'ORA

Melilli: seduta straordinaria di Consiglio per discutere sulla creazione di nuovi centri d’accoglienza


consiglio comunale melilli

News Melilli: il consiglio comunale, riunito ieri sera in seduta aperta e straordinaria, ha raccolto pareri, opinioni e prese di posizione di numerosi residenti di Città Giardino, che hanno gremito l’aula consiliare per ribadire il proprio no a qualsiasi ipotesi di costruzione di altri centri d’accoglienza per immigrati. Due le ragioni: la prima riguarda la sicurezza della zona, la seconda la crisi economica.

Non è stato un clima sereno quello che ha caratterizzato i lavori della seduta. Sbona è stato fatto bersaglio di insulti da alcuni cittadini per le sue presunte posizioni ambigue sull’argomento ed è stato costretto a sospendere la seduta intorno alle 20,00, dopo un’ora dall’inizio dei lavori. Alla ripresa, ancora polemiche e proteste e rischio di sospensione definitiva palesato dallo stesso presidente del consiglio, che ha invitato i vigili urbani ad allontanare un paio di persone dall’aula. Critiche anche dalla maggioranza con Salvo La Rosa protagonista di un battibecco con Sbona sulla gestione dei centri, mentre altri consiglieri hanno tirato in ballo il caso di una funzionaria comunale sospesa dalle proprie funzioni e poi denunciata per diffamazione per aver segnalato presunte gestioni poco trasparenti di una comunità alloggio.

Il sindaco Giuseppe Cannata ha sottolineato che intende rispettare la volontà popolare: “se la gente non vuole altri centri di accoglienza, io – ha detto – non mi assumerò la responsabilità di fare di testa mia. Melilli, d’altronde, è un piccolo paese e due comunità sono più che sufficienti”.

Il Consiglio comunale si è concluso intorno alle 23, dopo quasi quattro ore di lavori, con la decisione di convocare una conferenza dei capigruppo che dovrà redigere un documento da presentare per l’approvazione al civico consesso in occasione della prossima convocazione, prevista prima di Ferragosto. Il documento dovrebbe prevedere anche la costituzione di un comitato di vigilanza che dovrà riferire al Comune in tema di gestione delle cooperative e di sicurezza pubblica.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: