ULTIM'ORA

Melilli, lavori terminati in contrada Pizzaratti. Il sindaco Carta: “finiti i disagi relativi all’erogazione idrica”


 

News: il sindaco di Melilli Giuseppe Carta comunica a tutti i cittadini che è stato risolto definitivamente il problema idrico a Melilli. Dopo alcuni lunghi giorni di disagi, i tecnici del Comune hanno individuato la causa della mancanza di acqua e sono intervenuti in contrada Pizzaratti, dove è presente la sorgente comunale. <<Due anni fa – spiega l’assessore ai lavori pubblici Daniela Ternullo – una delle due trivelle utilizzate per incrementare la portata dell’acqua, garantendo un emungimento di 57 litri al secondo per la cittadinanza, si è guastata e non è stata ripristinata. Noi abbiamo commissionato i lavori che hanno portato alla sostituzione della trivella bruciata con una nuova pompa, costituita da materiale in Dpc ad alta densità (per portare in superficie acqua pulita ) e capace di raggiungere i 250 metri di profondità. E’ fatta di materiale anticorrosivo, destinato a durare nel tempo. Si tratta infatti di una tubazione di nuova generazione non soggetta a correnti galvaniche e dunque agli sbalzi della corrente elettrica. A differenza dell’acciaio, infatti, non presenta ossidazioni>>.

L’amministrazione comunale adesso intensificherà i controlli perché qualcuno continua ad utilizzare l’acqua in maniera non proprio lecita.  <<Il regolamento comunale – dice il sindaco Giuseppe Carta – prevede che l’acqua venga utilizzata solo per usi domestici e non per irrigare i terreni o riempire le piscine.  Chi non si atterrà alle disposizioni, se individuato, sarà deferito all’autorità giudiziaria per il reato di furto d’acqua. In questo saremo vigili e non faremo sconti a nessuno>>. I lavori sono costati circa 10.000 euro e sono durati meno di una settimana. Già domenica l’impianto è entrato in funzione.

<<L’erogazione idrica non sarà più sospesa – conclude l’assessore Ternullo – se non in casi eccezionali, come per esempio per lavori che potrebbero toccare le tubazioni, rischiando di guastarle in presenza di un flusso continuo dell’acqua. Se la situazione è tornata definitivamente alla normalità, lo si deve solo a questa amministrazione che, a meno di un mese dal suo insediamento, ha già risolto il problema>>.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: