ULTIM'ORA

Melilli festeggia i 30 anni di attività del tenore Marcello Giordani


News: un gagliardetto del Comune di Melilli, tre volumi sulla storia e le tradizioni civili e religiose della città e una stampa di Palazzo Crescimanno. Sono i doni elargiti dal sindaco di Melilli, Giuseppe Carta, al grande tenore augustano Marcello Giordani, ospite stamane dell’amministrazione comunale per i suoi 30 anni di attività. <<E’ un onore per noi avere qui oggi il maestro Giordani – ha detto il primo cittadino – per un primo approccio che ci auguriamo possa culminare in una importante collaborazione artistica. Il mio auspicio è di vederlo presto sul sagrato di piazza San Sebastiano. Sarebbe per noi il modo più bello per inaugurare quella che sarà a tutti gli effetti la terrazza degli Iblei, il nostro teatro naturale. Nel suo sangue scorre il dna di questa terra e noi dobbiamo fare in modo che i nostri talenti migliori possano esibirsi anche a Melilli e più in generale nella provincia di Siracusa. Marcello Giordani – ha aggiunto il sindaco Carta – rappresenta per il nostro territorio un grande orgoglio>>. Due settimane fa il tenore megarese ha portato in scena ad Augusta “I Pagliacci”, l’opera in due atti su libretto e musica di Ruggero Leoncavallo. <<Lo ha fatto – ha commentato Carta –grazie alla sua tenacia e alla sua caparbietà e mi dispiace di non essere stato presente per via di altri impegni. Ho saputo però che è stato uno spettacolo di rara bellezza. Per quanto mi riguarda, è questa la strada da continuare a percorrere. La vocazione industriale del nostro territorio non va rinnegata, ma occorre pensare ad un modello di sviluppo diverso, legato ai flussi turistici. Il rilancio dell’economia passa anche dall’organizzazione manifestazioni musicali e culturali di grande spessore come per esempio gli spettacoli estivi, a maggior ragione se a esibirsi sono personaggi di levatura mondiale come Marcello Giordani. Il cartellone di questa estate 2017 ce lo sta dimostrando. Le piazze di Melilli, Villasmundo e Città Giardino sono sempre affollate>>.

<<Conosco il maestro Giordani da tanti anni – ha affermato l’assessore al turismo, sport e spettacolo Giuseppe Militti – avendo collaborato con lui in passato anche al teatro Città della Notte. Si tratta di un grande personaggio ed è un onore per noi riceverlo a Palazzo di Città. Ci auguriamo di poter instaurare una collaborazione proficua nel prossimo futuro>>.

Marcello Giordani non ha celato la sua emozione, dicendosi lusingato per un’accoglienza così affettuosa. <<Festeggio i miei 30 anni di attività in un Comune che non è quello in cui ho la residenza anche se a Melilli mi lega l’amicizia con il maestro Michele Netti (presente accanto al sindaco Carta). La cultura non ha bandiera o colore politico e basta poco per farla, come ho dimostrato ad Augusta con lo spettacolo di due settimane fa, offerto gratuitamente alla cittadinanza. Ho provato un po’ di invidia quando, venendo qui, ho notato il bellissimo allestimento realizzato in piazza San Sebastiano per il cartellone estivo. Ad Augusta tutto questo non esiste, nonostante la mia città sia più grande di Melilli. Non ci sono risorse, i conti pubblici sono in rosso e non è possibile organizzare nulla, neanche una sagra di paese. Molti miei concittadini allora trascorrono a Melilli le serate estive e questo mi fa provare un pizzico di sana invidia perché basterebbe poco, come sta facendo l’amministrazione comunale di Melilli, per organizzare spettacoli di alto livello>>.

Presenti anche gli assessori Daniela Ternullo e Paola Marino, alcuni consiglieri comunali di maggioranza, il sindaco di Priolo, Antonello Rizza ed il parroco della chiesa di San Sebastiano, padre Blandino, che conosce il maestro Giordani da circa 30 anni e che lo ha salutato con un caloroso abbraccio.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: