ULTIM'ORA

Melilli. Bonifica area Ex Siteco: una società si candida a gestirla e assorbire tutti i lavoratori in cassa integrazione


marina_di_melilli - siracusatimes

immagine di repertorio

News Melilli: il destino dell’area Ex Siteco in una riunione nella capitale presso il Ministero dell’Ambiente. La bonifica del territorio a Marina di Melilli, deve arrivare nel più breve tempo possibile per poter tornare a produrre lavoro. Lo dice l’On. Vincenzo Vinciullo. “Dal 2014 sono impegnato a cercare di superare le varie difficoltà che, nel corso del tempo, l’ex Asi, l’Irsap, l’Assessorato delle Attività Produttive, l’Assessorato dell’Energia, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela frappongono per rendere la vita ai lavoratori sempre più difficile”.

“Adesso, ha proseguito l’On. Vinciullo, una società ha fatto sapere di essere disponibile a prendere in gestione l’area e a riassorbire tutti gli operai che sono ancora in Cassa Integrazione o in Mobilità e anche a bonificare l’area, ma si continua inspiegabilmente a perdere tempo.Il 7 luglio p.v. intanto vi sarà un incontro a Roma presso il Ministero dell’Ambiente in maniera tale da capire se vi sono le condizioni per sbloccare da subito la concessione dell’area”.

“Il triplice paradosso a cui dobbiamo assistere in tutta questa vicenda è che: c’è una ditta che vuole assumere centinaia di operai, altrimenti se ne va in altre regioni d’Europa e si preferisce lasciare disoccupati gli operai. C’è un’area inquinata e una ditta che la vuole disinquinare a proprio carico e si preferisce lasciare inquinata l’area. C’è una Regione che non ha un soldo in cassa e una società che intende pagare un affitto e si preferisce rimanere in miseria. Siamo alla follia – ha concluso l’On. Vinciullo – o vogliamo farci male ad ogni costo?”.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: