ULTIM'ORA

Melilli, Aiuti alle famiglie in difficoltà: il Reddito di Cittadinanza


consiglio comunale melilliNews Melilli: dopo la breve pausa estiva, la  coalizione composta dai Consiglieri comunali del Pd, Udc, Italia dei valori e Grande Sud,  Giuseppe Sorbello, Giuseppe Marchese, Sebastiano Ribera, Ercole Gallo, Alfredo Russo, Salvo Midolo, Salvatore Sbona, Paolo Di Dato, Pierfrancesco Scollo, Massimo Magnano e Mirko Caruso, così come annunciato, torna all’attacco per definire le linee guida che consentono di attuare il  reddito di cittadinanza, discusso in aula durante la riunione consiliare dello scorso 11 luglio quando venne approvato l’emendamento congiunto a firma degli stessi consiglieri volto  a reperire le somme  da inserire nel bilancio di previsione 2016,  necessarie per introdurre questo strumento destinato al sostegno di cittadini che versano in gravi condizioni economiche.

“Ieri pomeriggio, alle 16,  riferisce il Presidente del Consiglio Comunale Salvo Sbona, nell’aula consiliare del Palazzo di Città,  è stata tenuta  la prima riunione tecnica utile alla determinazione dei criteri attuativi.”

L’invito è dello stesso Sbona che la scorsa settimana ha coinvolto con una nota ufficiale l’Ufficio Provinciale del Lavoro, le Segreterie sindacali Cna, Cgil, Cisl e Ugl, il sig. Magnano Angelo per L’ufficio provinciale del lavoro di siracusa l’Assessore alle Politiche Sociali Vincenzo Coco, la Responsabile dei Servizi Finanziari, l’Ufficio Solidarietà Sociale e i Consiglieri Comunali.

A partire dalla 16 i soggetti interessati si sono incontrati nel luogo stabilito per avviare la discussione e contribuire, ciascuno per quanto di competenza personale e professionale,  alla individuazione delle problematiche eprocedere, quindi, alla stesura di un regolamento che deve garantire con trasparenza le fasce più deboli della nostra Comunità melillese. Il Rappresentante dell’Ufficio Provinciale del Lavoro Angelo Magnano ha illustrato i dati relativi ai residenti che hanno comunicato la disponibilità lavorativa ( circa 2.300) ed ha, altresì, informato che risultano circa 290 posizioni di lavoratori in mobilità, in cassa integrazione ed esodati.

Il consigliere comunale Mirko Caruso, nel suo intervento, ha esortato tutti i partecipanti “a mettere da parte individualismi personali e a lavorare per il bene dei cittadini che oggi non riescono neanche a fare la spesa. Tecnicamente ha spiegato che l’attuale ISEE taglia fuori dalle iniziative avviate dai servizi sociali  del Comune un buona fetta di cittadini bisognosi, visto che tale certificato ad oggi fa riferimento ai redditi prodotti nel 2014 e non tiene conto di nessuna distinzione tra redditi di lavoro o altre somme percepite e il patrimonio mobiliare/immobiliare del soggetto. Quindi il regolamento in via di formazione deve privilegiare quei cittadini che oggi non riescono ad accedere a nessun tipo di aiuto e che quindi versano in una situazione di disagio economico grave”.

“Il nostro obiettivo, ha dichiarato il consigliere comunale Pierfrancesco Scollo,  è quello di dare una risposta immediata alle fasce più deboli della popolazione, a chi non ha più un lavoro, a chi è rimasto escluso dai provvedimenti nazionali e comunali.
Credo che questa misura sia e possa rappresentare un inizio di politica di solidarietà che,  a Melilli, non ha precedenti.”

“Per ottenere un risultato attendibile ed efficace, conclude Sbona, il gruppo di opposizione si sta muovendo in sinergia nell’adottare decisioni condivise, come quella di aprire alle proposte delle parti sociali e di tutti i soggetti interessati. Ieri pomeriggio sono stati avviati i lavori che proseguiranno il prossimo giovedì, stesso luogo e stessa ora.”

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: