ULTIM'ORA

Marzamemi: torna il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. Il sud-est della Sicilia “caput mundi” del cinema indipendente


locandina festival cinema marzamemi siracusa times x featuredNews Marzamemi:  il borgo marinaro di Marzamemi, terra di pescaturi e di cinema. Tra la mondanità dei locali e il folklore di un terra antica, si riaccende la magia della cinematografia con il Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. Si perchè Marzamemi diventa una frontiera che non solo difende ma si estende e promuove, in un festival del cinema che guarda lontano e ammira il mondo, offrendo prospettive di incontro e confronto tra i protagonisti emergenti e i veterani del cinema indipendente.

Dal 20 fino al 26 luglio, si estenderà nella cornice del territorio del sud est della Sicilia la quindicesima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera. La presentazione del programma relativa alla kermesse cinematografica, ieri mattina presso la sala Giunta di palazzo degli elefanti di Catania.

“Stiamo presentando Marzamemi a Catania – ha così commentato, nel corso della conferenza stampa, il sindaco di Pachino, Roberto Brunonell’attesa che Catania, ma non solo, giunga a Marzamemi in occasione della quindicesima edizione del Festival del Cinema di Frontiera, una manifestazione che ha raggiunto una grande notorietà e successo. L’impegno dell’amministrazione comunale è di sostenere sempre di più questa manifestazione, legandola alle altre realtà territoriali affinché il Festival mantenga quel primato, nella Sicilia Sud orientale, di iniziativa culturale e divenga modello per altre realtà geografiche dell’Italia”.

Il direttore artistico della manifestazione, Nello Correale ha poi sottolineato la scelta di svolgere la conferenza di presentazione proprio nel capoluogo etneo, a conferma di quell’intimo legame che unisce il Festival all’intero Sud-Est siciliano: “Il Festival di Marzamemi, con questa conferenza stampa a Catania, conferma il suo rapporto privilegiato con il Sud-Est della Sicilia, sancito, tra l’altro, anche il mese scorso, con l’anteprima di Marzamemi a Catania”.

La kermesse, sempre secondo Correale “intende confermarsi come punto di riferimento principale del cinema internazionale indipendente, mentre crescono i rapporti del Festival con altre prestigiose manifestazioni cinematografiche, come il Festival di Berlino e Midnight Sun Film Festival”.

Hanno poi preso parte alla conferenza di ieri, anche il vicedirettore del Festival, Sebastiano Gesù, l’assessore alla Cultura e al Turismo di Pachino, Gisella Calì, Francesco Priolo e Lina Scalisi della scuola superiore dell’Università di Catania e ancora l’assessore ai Saperi, Bellezza condivisa e Turismo di Catania, Orazio Licandro.

“Con la presentazione in sala giunta del festival di Marzamemi, evento di levatura internazionale – ha affermato proprio l’assessore Licandrola città di Catania rafforza una nuova idea di promozione e valorizzazione del patrimonio del distretto del Sud-Est, con i suoi beni storico-artistici, paesaggistici, con la sua dinamicità culturale e economica”.

La manifestazione culturale è organizzata dal Centro commerciale naturale “Marzamemi” in collaborazione con il cinecircolo Cinefrontiera e il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo – MIBACT – Direzione Generale Cinema, Agenzia per la Coesione Territoriale, Regione Siciliana – Assessorato Turismo, Sport e Spettacolo – Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, Sensi Contemporanei, Sicilia FilmCommission del Comune di Pachino.

I registi Mika Kaurismaki e Agostino Ferrente, il giornalista Sebastiano Messina, Thomas Struck del Festival di Berlino e Grazia Maria Ursino della Sony Picture Television International, saranno infine i componenti della prestigiosa giuria riunita proprio in occasione della XV edizione del Festival.

A cura di Marco Panasia e Naomi Zappulla

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: