ULTIM'ORA

Marina di Melilli: impiegare i lavoratori ex Siteco per la bonifica dell’area. Vinciullo: “riunione tecnica a Palermo”


vinciullo siracusa times

On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione “Bilancio e Programmazione” all’ARS.

News Melilli: la bonifica dell’area di Marina di Melilli al centro di una riunione tecnica presso l’Assessorato Regionale delle Attività Produttive. L’obiettivo dell’incontro, cui ha partecipato l’On. Vincenzo Vinciullo, Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS, è quello di trovare delle soluzioni giuridicamente ed amministrativamente possibili al problema, in  seguito a due riunioni tenutesi presso la Commissione Lavoro dell’Assemblea Regionale Siciliana.

Il tema principale della riunione riguarda oltre che alla bonifica dell’area, anche la possibilità di riutilizzare i lavoratori della ex Siteco che allo stato attuale, nonostante le competenze e le capacità acquisite, sono senza lavoro.

“È stato ancora una volta accertato – ha spiegato l’On. Vinciullo che l’area è stata liberata da tutti i materiali che erano stati depositati abusivamente in superficie, ma è evidente che, trovandoci in una area SIN, cioè in un Sito di Interesse Nazionale, prima di essere dato in concessione, è necessario che almeno si faccia la caratterizzazione dell’area e ciò in considerazione che la legge attualmente in vigore vieta di poter dare in concessione un’area che non è stata precedentemente bonificata”.

“All’incontro – ha proseguito l’Onorevole  a cui hanno partecipato anche i rappresentanti dell’ex Asi di Siracusa, è stato posto il tema della possibilità di utilizzare i fondi previsti dall’art. 252/bis del D.L. 152, articolo che prevede risorse aggiuntive per quelle aree che possono essere riutilizzate per intraprendere attività lavorative anche in un contesto di pubblica utilità”.

“A questo primo incontro – ha continuato il Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS – ne seguiranno altri il cui obiettivo è quello di trovare le risorse necessarie per la bonifica, la possibilità di un bando per la concessione dell’area e, infine, ma, non ultimo, la possibilità, come dicevamo, di utilizzare quasi 200 lavoratori che, allo stato, hanno esaurito anche gli ammortizzatori sociali”.

Sono moderatamente soddisfatto dell’incontro – ha concluso Vinciullo – perché i problemi per essere risolti devono essere prima affrontati e ieri abbiamo iniziato ad affrontare il problema dell’area e a discutere sulle possibili soluzioni che non sono prossime a venire, ma solo affrontando i problemi si pongono le premesse per trovare una soluzione e speriamo possa arrivare quanto prima possibile.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: