ULTIM'ORA

L’operazione anagrafe tributaria 2016 è cominciata. Tracciabilità assoulta nella lotta all’evasione fiscale


agenzia entrate - siracusatimes

immagine di repertorio

News: 31 marzo 2016. L’operazione anagrafe tributaria 2016 è cominciata. Scade oggi  il termine per l’invio della comunicazione integrativa annuale per il 2015 mentre la comunicazione mensile dei dati di gennaio e febbraio 2016 è stabilita al 30 aprile. È stato il dl “Salva Italia” del 2011 a introdurre l’obbligo, per gli operatori finanziari, di comunicare all’Anagrafe tributaria le informazioni sui saldi e le movimentazioni, una comunicazione che si affianca a quella relativa all’Anagrafe dei rapporti finanziari che da domani entra a regime. Una mole enorme di dettagliate informazioni che ricaricano, aggiornandolo al 2015, il meccanismo a disposizione dell’Agenzia delle Entrate per la lotta all’evasione fiscale che viene valutata in 90 miliardi all’anno. La cyber-operazione anti evasione entra così a regime con l’obiettivo di recuperare risorse sottratte allo Stato e di battere il record storico di 14,9 miliardi raggiunto lo scorso anno.

A questa massa di informazioni, che riguardano le operazioni legate in qualche modo al conto corrente bancario, si aggiungeranno circa 100 milioni di operazioni “fuori conto”: richieste di assegni per contanti, bonifici, cambio valuta e cambio di assegni. Una sorta di tracciabilità assoluta che riguarderà anche i passaggi fisici di denaro e preziosi, dove spesso si annidano il riciclaggio e il “nero”: all’Anagrafe dei rapporti finanziari banche e operatori dovranno riversare la titolarità di cassette di sicurezza con il numero totale di accessi all’anno e le posizioni in oro e metalli preziosi con importo totale e numero di operazioni effettuate.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: