ULTIM'ORA

Libia, Farnesina: due italiani della “Bonatti” liberati. Cordoglio per il carlentinese Salvatore Failla


salvatore failla

in foto: Salvatore Failla, 47 anni

News: la Farnesina conferma che i due italiani rapiti in Libia a luglio, Filippo Calcagno e Gino Pollicardo, tecnici della ditta Bonatti, non sono più nelle mani dei loro rapitori, si trovano ora sotto la tutela del Consiglio militare di Sabrata e sono in buona salute. La notizia della liberazione arriva dopo la notizia di ieri dell’uccisione degli altri due ostaggi sequestrati, Fausto Piano e Salvatore Failla (leggi qui).

I due tecnici liberati sarebbero in mano alla polizia locale e presto saranno trasferiti zona sicura e presi in consegna da agenti italiani che li riporteranno in patria. La liberazione è uno sviluppo dei tragici fatti dell’altro ieri che hanno portato all’uccisione degli altri due sequestrati.

Due finali diversi per i quattro tecnici della Bonatti, insieme erano stati rapiti in Libia nel luglio del 2015. A distanza di  otto mesi, da una parte la gioia delle famiglie per la liberazione di Pollicardo e Calcagno; dall’altra il triste epilogo per Fausto Piano e Salvatore Failla, rimasti uccisi ieri a Sabratha, a ovest di Tripoli. Salvatore Failla, l’operaio di Carlentini, lascia la moglie e due figli.  Adesso è compito del Governo italiano fare luce sui fatti che hanno causato prima il rapimento dei 4 italiani in Libia e comprendere, soprattutto, le cause che hanno portato a questo assurdo epilogo.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: