ULTIM'ORA

L’ex provincia di Siracusa a un passo dal dissesto. Niente stipendi e servizi per i cittadini


Ex Provincia Siracusa TimesNews: l’ex provincia regionale di Siracusa a un passo dal dissesto, impossibile erogare e garantire servizi ai cittadini e al territorio. E’ il commissario straordinario, Antonino Lutri, di Libero Consorzio a suonare l’allarme crisi che preannuncia solo brutte notizie per l’immediato futuro dei dipendenti diretti dell’ex provincia regionale e per i lavoratori di Siracusa Risorse.
Per le ex Province siciliane, infatti, non ci sono i fondi. Le somme previste dalla finanziaria regionale in approvazione all’Ars e i trasferimenti statali non sembrano destinati ad arrivare finché non troverà piena applicazione la riforma che è già operativa nel resto d’Italia. Il problema è quindi politico, ma le difficoltà di gestione si fanno sempre più complicate.

La situazione finanziaria disperata degli enti e le difficoltà di gestione conseguenti costringe a disperate scelte. Primo “colpo basso” è il taglio dei servizi. In particolare, il servizio Assistenza all’autonomia e alla comunicazione (ASACOM) per gli studenti disabili per le scuole superiori (LEGGI QUI). Più di un centinaio di ragazzi “fragili” si ritroveranno domani senza l’aiuto degli operatori, penalizzati a loro volta dalla scadenza dei contratti non rinnovati per l’anno 2016 per la mancata copertura finanziaria. Si perché, il mancato arrivo dei fondi non ha consentito a Libero Consorzio di prevedere un piano per quest’anno, rinunciando così alla possibilità di garantire lavoro e assistenza alle categorie sociali bisognose. Lunedì, quindi, scatta ufficialmente il taglio dei servizi, e intanto associazioni e famiglie dei ragazzi “speciali” sono pronte a presentare un esposto alla Procura.

Ma a vivere il dramma del “dissesto” sono anche le famiglie dei dipendenti di Siracusa Risorse, ente strumentale della Provincia Regionale di Siracusa, sotto forma di società di capitale interamente partecipata, vale a dire con tutte le quote azionarie detenute dalla Provincia che ne è socio unico. La Siracusa Risorse S.p.A. è società in house, con il diritto, di potere ottenere l’affido diretto dei servizi, che è abilitata a finire, superando i vincoli dell’obbligatorietà dell’evidenza pubblica in materia di appalti. Niente più servizi, niente più lavoro, niente più stipendio. Così dipendenti, padri di famiglia, sono da mesi in attesa dei loro compensi. In loro la disperazione e il dramma di non riuscire a mantenere più i loro cari, e nel Commissario straordinario Lutri di non riuscire ad avere risposte concrete dalla Regione Sicilia per pagarli. Lo stesso Lutri informa che i 19,5 milioni di euro per la quota corrente, reperiti nella Finanziaria appena votata, da distribuire alle 9 Province, di fatto serviranno a malapena a pagare gli stipendi di un solo mese (e già sono trascorsi due mesi, gennaio e febbraio di questo 2016), considerato che il costo mensile dei 6.500 dipendenti provinciali in Sicilia si aggira sui 15 milioni mensili.

“I tagli alle risorse finanziarie e la malagestione delle Province in Sicilia, oggi Liberi Consorzi, ha portato al dissesto di questi Enti che da non possono pagare gli stipendi, e tanto meno, garantire i servizi di competenza ai cittadini, ad iniziare dai diversamente abili, dal trasporto disabili all’Asacom, dagli Istituti scolastici superiori alle manutenzioni stradale”. Così spiega il vicepresidente regionale di AnciSicilia, Paolo Amenta, Sindaco di Canicattini Bagni.

Sul tema interviene anche la Cisl siciliana, puntando il dito contro la Regione che ha l’obbligo costituzionale di provvedere alla sopravvivenza delle ex province siciliane. La Cisl ritiene necessario che la Regione siciliana, con la massima urgenza e a fianco dell’Autorità di gestione del programma, eserciti il “ruolo di coordinamento, indirizzo e supporto delle istituzioni locali, dei comuni e dei distretti” individuati come beneficiari. Fare tutto il possibile, quindi, per il mantenimento dell’ex province e di tutti i loro abitanti.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: