ULTIM'ORA

Lavoratori di Siracusa Risorse senza stipendio da tre mesi, Filcams CGIL chiede un incontro urgente con il Commissario Arnone


News: tre mensilità non pagate i lavoratori di Siracusa Risorse, e in arrivo la mensilità di maggio, una situazione insostenibile per i lavoratori e le famiglie della Società in House del Libero Consorzio comunale di Siracusa che versano i condizioni di assoluta precarietà ed incertezza. La Filcams CGIL, ha chiesto un incontro urgente con il Commissario Arnone del Libero Consorzio, per avere cognizione sulle prospettive per il pagamento delle mensilità arretrate dei lavoratori di Siracusa Risorse, ma non di meno, per pretendere un piano industriale per rilanciare la società in house.

L’attuale management di Siracusa Risorse non ha ancora presentato il bilancio consuntivo 2016, che a rigor di legge dovrebbe essere presentato ed approvato entro il mede di aprile; di fatto si continua a vivacchiare aspettando le rimesse della regione, senza avere alcuna prospettiva di rilancio di Siracusa Risorse, che vanta al proprio interno le professionalità che consentirebbero di rilanciare la società in house e renderla nei limiti di legge, autonoma dall’azionista unico .

“Con il pagamento dell’ultima fattura, avevamo chiesto (inascoltati) che il Commissario Arnone vigilasse a che il massimo delle risorse disponibili fosse destinato dalla società ai lavoratori , anche in previsione che si sarebbero sommati altri mesi per avere un altro stipendio. I fatti ci hanno dato ragione – dichiara Stefano Gugliotta, segretario generale Filcams Siracusa- . Vogliamo un rilancio di Siracusa Risorse, che non può prescindere dalla presentazione di un piano industriale che l’attuale management non ha mai presentato ma neppure ipotizzato. Il servizio di manutenzione delle caldaie che potrebbe portare oltre € 300.000 l’anno nelle casse di Siracusa Risorse, non è mai stato oggetto di una progettualità da parte del management di Siracusa Risorse, come un rilancio dei servizi TOSAP , diserbo stradale e servizi informatici, tutti servizi che potrebbero essere rivolti anche ai Comune del Libero Consorzio Comunale che potrebbero far confluire nelle casse della società in house liquidità non vincolata dai debiti del Libero Consorzio”.

“Il commissario Arnone,  – conclude – imponga a Siracusa Risorse di presentare immediatamente il bilancio consuntivo per procedere al ricambio dei vertici della società in house, e metta in campo qualsiasi azione in tal senso senza escludere il commissariamento della società; ciò al fine di preservare il futuro della società in house e dei lavoratori che non possono più restare in ostaggio di una politica inconcludente e fine a se stessa del governo della Società”.

© Riproduzione riservata
Share


Articoli correlati: