ULTIM'ORA

“L’Autorità portuale di Augusta non si tocca” la risposta della Politica al Presidente Crocetta


rsz_porto_augustaNews: “Augusta è e rimane sede di Autorità Portuale”. Il  Presidente della Commissione ‘Bilancio e Programmazione’ all’ARS, l’On. Vincenzo Vinciullo, esplode in merito alle dichiarazioni rilasciate questa mattina dal Presidente Crocetta sulle Autorità Portuali.

“Il Presidente Crocetta sconosce totalmente la normativa comunitaria e statale sull’argomento. Lo dichiara il Governo Nazionale, così come prima la Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica, ha operato correttamente, interpretando in maniera assolutamente oggettiva il regolamento comunitario sull’argomento”.

“Su Messina, è un problema che deve affrontare con i rappresentanti istituzionali di quella provincia. Una cosa è certa: se il Presidente della Regione pensa di danneggiare la città di Augusta, sappia che ci sarà un’opposizione decisa e senza limiti a questo suo proposito. Pertanto –  ha concluso l’On. Vinciullo – un invito che gli faccio è quello di documentarsi sull’argomento e poi, rendendosi conto di aver sbagliato, di chiedere scusa alla città di Augusta per quello che ha detto”.

“Le normative europee parlano chiaramente e non andrebbero interpretate alla meno peggio. “Il Ministero – risponde al Presidente Crocetta, Sofia Amoddio, Deputato nazionale del Partito Democratico – ha scelto come sede dell’autorità di sistema Augusta in quanto porto Core, come individuato dalle linee guida della Comunità Europea”.

“Le caratteristiche dello scalo megarese non sono paragonabili a nessun altro porto della Sicilia e ne fanno uno scalo d’importanza internazionale”. “È evidente – conclude Amoddio – che gli investimenti mirati allo sviluppo della nostra regione non possono e non devono essere concentrati solamente sulle Città metropolitane”.

© Riproduzione riservata



Articoli correlati: