ULTIM'ORA

Latitanti nei Caraibi, estradati e arrestati dalla Guardia di Finanza: c’è anche un 66enne avolese


operazione-santodomingo-siracusatimesNews: un pluripregiudicato di Avola tra gli arrestati dell’operazione internazionale della Guardia di Finanza, denominata “Santo Domingo”. Il nome deriva dal fatto che i due latitanti ricercati si erano rifugiati da anni nei Caraibi, nella Repubblica Domenicana, per sfuggire a un mandato di cattura internazionale, sono stati scoperti ed estradati al termine di lunghe indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Gorizia che stamani li ha arrestati al loro arrivo all’aeroporto di Verona-Villafranca.

A partire dai primi mesi del corrente anno, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Gorizia ha posto in essere un’intensa e mirata attività d’intelligence, svolta sotto il coordinamento del Comando Regionale Friuli Venezia Giulia, rivolta verso un territorio oltre oceano, che ha innescato un lungo e complesso iter burocratico internazionale ed ha permesso ai  militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Gorizia di concludere, nella mattinata del 13 novembre, presso l’aeroporto “Valerio Catullo” di Verona-Villafranca, una lunga e laboriosa operazione che ha portato all’arresto di due pericolosi latitanti ormai da anni stabilitisi nella Repubblica Dominicana.

Trattasi di due cittadini italiani, da tempo residenti nei Caraibi, P.G.M del 1971, nativo della provincia di Padova, e DI S.N., del 1950, originario di Avola, colpiti da ordini di cattura internazionali, emessi rispettivamente dall’Autorità Giudiziaria di Venezia e di Busto Arsizio. Il primo, che durante la latitanza nella Repubblica Dominicana veniva protetto da un bodyguard armato, è un ex produttore cinematografico, famoso per falsi provini, già sorvegliato speciale, con numerosi precedenti, in particolare riguardanti reati contro il patrimonio, che deve scontare una pena residua di anni 5 e 6 mesi di reclusione per estorsione e bancarotta fraudolenta. Il secondo latitante, soggetto pluripregiudicato, con precedenti riguardanti il porto abusivo di armi, il traffico internazionale di sostanze stupefacenti, gioco d’azzardo, reati contro il patrimonio e contro la persona, deve scontare una pena di anni 5 di reclusione per illecita importazione di sostanze stupefacenti.

I due arrestati sono stati immediatamente tradotti presso la Casa Circondariale di Verona e posti a disposizione delle citate Autorità Giudiziarie. L’operazione, condotta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Gorizia in stretta collaborazione con il Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia – SCIP della Direzione Centrale Polizia Criminale ha permesso, attraverso un’incessante e minuziosa attività di indagine, in sintonia con le forze di Polizia della Repubblica Dominicana, di catturare e trasferire in territorio nazionale i due latitanti in tempi record. L’operazione di polizia giudiziaria, coordinata dal Comando Provinciale di Gorizia rientra nell’attenta attività di prevenzione e controllo che la Guardia di Finanza esercita anche all’esterno del territorio dello Stato a tutela degli interessi nazionali.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: