ULTIM'ORA

La verità sta in cielo, il caso di Emanuela Orlandi diventa un film


News Cinema: La verità sta in cielo, è il film incentrato sul caso della scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta il 22 giugno 1983. Il regista Roberto Faenza costruisce una storia di inchiesta che da Mafia Capitale ritorna indietro al caso Orlandi. La missione non è semplice, ma il riusultato tuttavia non delude troppo.

Il film, è ispirato al libro La verità sul caso Orlandi di Vito Bruschini e, racconta il lavoro di indagine di una tv inglese, che invia a Roma una giornalista di origine italiana (Maya Sansa) per raccontare li dove tutto ebbe inizio. Il film scava a fondo sul caso Orlandi, e comincia a costruirsi una storia con le dichiarazioni di giornalisti esperti del caso e di Sabrina Minardi (Greta Scarano), ex moglie del calciatore della Lazio Bruno Giordano e poi compagna di Enrico De Pedis detto Renatino. Proprio De Pedis sarebbe responsabile del rapimento di Eleonora e, probabilmente della sua morte. Un ordine impartito dall’alto, non dal cielo, ma dal Vaticano. E’ li che tutto è cominciato e tutto finisce, una verità terribile che ancora non si conosce.

Roberto Faenza racconta un sistema malato che abbraccia il bene e il male.Vaticano, malavita organizzata, politici e affaristi della capitale, servizi segreti italiani e stranieri, in un intreccio misterioso, violento, in cui sarebbe stata intrappolata Emanuela Orlandi. Sono trascorsi 33 anni, all’epoca era una ragazzina di 15 anni figlia di un commesso della Prefettura della Casa pontificia. Da quel tragico avvenimento sono state tante le ipotesi relative alla sua scomparsa, ma ha sempre prevalso quella del rapimento. Sono tante le domande che il regista si pone e cerca di trovare risposte attraverso il lavoro di indagine della protagonista reporter, che trova bugiardi, e verità  poco piacevoli . Più si va indietro nei ricordi e più è contorta la trama.

Si cerca una svolta in 33 anni di indizi, piste, prove e controprove, che rivelerebbero il coinvolgimento del noto criminale Renatino, poi freddato nel 1990 dai suoi ex alleati della Magliana e con il beneplacito dei servizi, nel rapimento della Orlandi. De Pedis sarà sepolto nella Basilica di Sant’Apollinare nel cuore di Roma proprio accanto alla scuola di musica dove venne rapita la ragazzina nel 1983. Quattro anni fa poi, nel 2012, arriva la decisione di rimuovere la salma di Renatino, una decisione dei magistrati romani titolari dell’inchiesta sul caso Orlandi, che nel 2016 la Cassazione ne conferma l’archiviazione, giudicando inammissibile il ricorso della famiglia contro l’archiviazione dell’indagine della procura di Roma.

Questo film, in un certo senso esprime la volontà della famiglia Orlandi di trovare verità e giustizia per Emanuela. Questa storia vuole proprio concludersi con alcune dichiarazioni del fratello Pietro Orlandi nella speranza che il Vaticano renda finalmente pubblici i dossier secretati che potrebbero far luce su quello che è successo.

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: