ULTIM'ORA

La Port Authority di Augusta, Vinciullo: “rimango fortemente preoccupato, insistere sulla mobilitazione”


porto augusta siracusa timesNews Palermo: appeso a un filo sottilissimo il futuro dell’Autorità Portuale di Augusta. Al momento non esistono certezze da parte del Ministro sul futuro dell’Autorità Portuale di Augusta e sul rispetto dei vari atti vigenti. Lo comunica l’On. Vinciullo, che prosegue: “continuo a chiedere ai Sindaci e ai Presidenti dei Consigli Comunali dei 21 Comuni della provincia di Siracusa di mobilitarsi per raggiungere l’obiettivo di difendere la sede di Augusta, dal momento che la legge, il regolamento e le norme prevedono già che la sede venga assegnata ad Augusta.

“Colpisce dal comunicato stampa – spiega Vinciullo – che manca qualsiasi riferimento alla decisione del Consiglio Comunale di Augusta di impedire la realizzazione dell’Hot Spot all’interno del porto commerciale megarese, così come colpisce il fatto che nessun Deputato della provincia di Siracusa, nemmeno i grillini Zito e Marzano, siano stati invitati mentre risultavano presenti Deputati di altra provincia siciliana e di altra regione.Così come non si può sottacere l’assenza dei sindaci di Priolo e di Melilli, soci dell’Autorità Portuale, anch’essi non invitati”.

“Di conseguenza – ha continuato l’On. Vinciullo – dal momento che su questa vicenda abbiamo detto che non ci dobbiamo dividere, ma invece mi pare di capire che si è deciso di marciare a ranghi separati, invito tutti i Deputati nazionali e i Senatori della provincia di Siracusa, tutti nessuno escluso, a organizzare al massimo per la prossima settimana un incontro col Ministro Delrio a cui dovranno partecipare la deputazione nazionale e regionale, tutti i sindaci della provincia di Siracusa e in modo particolare quelli di Augusta, Melilli e Priolo, nei cui territori ricade il porto e i segretari provinciali delle organizzazioni dei lavoratori, in modo tale che, in maniera unitaria e senza divisione alcuna, si rappresenti al Ministro la posizione unitaria della Provincia di Siracusa, al di là di tatticismi e furbizie che fin dall’inizio sembrano caratterizzare questa vicenda”.

“Il Porto di Augusta e la sua Autorità Portuale appartengono a tutta la provincia aretusea e tutta la provincia ha l’obbligo politico, ma anche morale, di difenderla in maniera chiara, senza consentire ad alcuno di dire “io non c’ero” e per questo motivo è necessario la massima concertazione, senza fughe in avanti che poi sono l’anticamera del dire “io non sono stato coinvolto”. Invece – ha concluso l’On. Vinciullo – io ritengo che tutti devono essere convolti, ognuno di noi deve rinunciare a parte delle proprie prerogative per l’obiettivo comune che è quello di salvare l’Autorità Portuale di Augusta, che non mi sembra essere salva, anzi mi sembra in assoluto e certo pericolo.”

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: