ULTIM'ORA

La nave “Sam Simon” di Sea Shepherd approda a Siracusa: domani visita a bordo gratuita


sea sheperd- siracusatimes

News Siracusa: la nave “Sam Simon” di Sea Shepherd attracca nella città aretusea, non di certo famosa per il lusso o lo stile raffinato degli yacth che si sono visti questa e nelle scorse settimane (Leggi qui).

Grazie alla straordinaria ospitalità della Capitaneria di Porto di Siracusa, degli ormeggiatori e delle agenzie marittime la nave della flotta di Sea Shepherd  è attraccata a Siracusa presso la banchina numero 5 del porto aretuseo. La nave sarà a disposizione della città di Siracusa. Domani 2 giugno il pubblico potrà salire gratuitamente a bordo, incontrare l’equipaggio internazionale e ricevere tutte le informazioni direttamente all’Info Point di Sea Shepherd adiacente all’imbarcazione.
Costruita come Seifu Maru nel 1993 dal cantiere navale IHI a Tokyo, la nave, idonea alla navigazione tra i ghiacci, ha prestato servizio per l’Agenzia Meteorologica Giapponese dell’osservatorio di Maizuru e ha contribuito direttamente alle cosiddette attività di “ricerca” della flotta baleniera giapponese, prima di essere stata messa a riposo nel 2010 e ormeggiata accanto alla flotta baleniera a Shimonoseki. La Sam Simon batte oggi bandiera olandese ed è stata ribattezzata con il suo nome attuale in onore del co-creatore dei famosi cartoni della serie “The Simpson” che ne ha reso possibile l’acquisizione. La nave è entrata a far parte della flotta di Sea Shepherd nel 2012, in occasione della campagna antartica in difesa delle balene Operazione Zero Tolerance. Le trattative per l’acquisizione della nave furono portate avanti in gran segreto per garantire un effetto “shock” sulla flotta baleniera giapponese che in quell’occasione riconobbe una delle proprie navi schierata contro la sua “ex flotta” di appartenenza.
Nel 2013 la Sam Simon ha partecipato alla decima campagna antartica Operazione Relentless. Nel 2014 la nave è stata protagonista, assieme alla M/V Bob Barker, della prima campagna antartica di Sea Shepherd finalizzata alla lotta contro la pesca Illegale, non Dichiarata e non Regolarizzata (INN) ai danni del merluzzo dell’Antartico e della Patagonia, Operazione Icefish. Una campagna di enorme successo che ha visto Sea Shepherd collaborare con autorità locali e internazionali (tra cui l’Interpol) per fermare definitivamente le più note flotte bracconiere in alto mare. Nel 2015 la Sam Simon ha pattugliato le acque delle Isole Faroe per proteggere i globicefali minacciati dalla barbara tradizione della grind nel contesto di Operazione Sleppid Grindini.

 

© Riproduzione riservata


Articoli correlati: